Misteri della comunicazione: come mai i giovani d’oggi privilegiano le risposte chiuse in un mondo d’interattività?

Noi giovani d’oggi viviamo principalmente di internet,telefoni cellulari,di chat ed  sms,che usiamo come modo primario per scambiarci idee,opinioni,complimenti ma anche per litigare e,si, anche per innamorarci.

Chiamasi evoluzione,nè giusto nè sbagliato,è semplicemente la storia che continua e ci offre nuove possibilità di comunicare,osservare e vivere il mondo.

Ma anche se tutti siamo coinvolti da questo vortice di novità,che ci spinge in misura sempre più importante ad adattarci ad esso, utilizziamo questi strumenti nel medesimo modo?

Ovvio che no.

Paradossalmente alla radice di forte interattività,scambio e diffusione d’opinioni proprie,pare che i giovani d’oggi siano fortemente tendenti alle risposte chiuse e ai dialoghi senza molte vie d’uscita,se non coadiuvati da un’interlocutore più volenteroso e sapiente,che s’impegna a salvare la conversazione portandola sempre più avanti,verso punti di maggior sostanza e conoscenza.

Appurato questo fatto,senza stare a guardare troppe statistiche,ho preparato una serie di sondaggini che possono essere utili per inquadrare le verità che stanno dietro ad un certo tipo d’espressione”minimale” che certi ragazzi hanno.

Eccoli qui:

In conclusione dò un unico consiglio,senza voler essere troppo perentorio.

Internet è il futuro,nonchè il presente,quindi come tale abbiamo il dovere di essere quanto più possibile noi stessi anche tramite un pc. Se volete trasmettere qualsiasi emozione arricchite le vostre frasi di virgole,punti,faccine tristi/ sorridenti (in base al vostro stato d’animo) e,se non è troppo disturbo,se avete interesse verso qualcuno cercate di sforzarvi e fate qualche domanda in più. Non aspettate che siano sempre gli altri a parlare e a coinvolgervi,bisogna tentare di fare un pò per volta.

Non solo è utile usare la parola in modo corretto per un piacere di bella forma e d’educazione,ma è anche bello poter conversare e conoscere un altro essere umano senza doversi sentire trattati come oggetti o come numeri di un “id” di profilo. Un buon utilizzo della lingua e,in generale,delle articolazioni e delle parole,può fortemente migliorare il livello delle conoscenze sul web,e limitare molti malintesi e dubbi.

Cercate di essere,semplicemente,maggiormente voi stessi sia nella vita di tutti i giorni che su internet,e mostrate un pochettino di più quelli che sono i vostri veri pensieri.

La vita è troppo breve per nascondersi dietro risposte ambigue e senza sostanza.

Yours,

Ginger.