Photo Session: GLAM ROCK 70s INSPIRED

Il rock anni ’70 è sempre stato uno dei generi di musica presenti nella mia vita sin da quando ero bambino. Mia madre mi aveva indirettamente fatto conoscere gruppi del calibro di Pink Floyd,Supertramp, Genesis,Deep Purple,Queen,Black Sabbath e soprattutto David Bowie,il suo preferito,specie nell’autoradio. Non a caso ho un’idea molto”on the road” di questo genere musicale e  ascolto molti di questi gruppi mentre passeggio per le vie delle varie citta’ nelle quali mi ritrovo,o anche solo nel mio paese per raggiungere la stazione o qualche negozio  particolare,completamente immerso in immagini che mi danno sempre una sensazione particolare,di completa libertà. 

Senza saperlo con gli anni ho sviluppato uno stile molto simile all’artista preferito di mia madre,ossia David Bowie,e non posso che sentire la mancanza di un’estetica cosi open e controcommerciale che riusciva a dare credibilita’ e fascino anche ad un tipo di uomo non convenziale e non al solito muscoloso cantante bonaccione.

Siccome io me ne frego altamente del mondo in cui siamo e dell’idea comune di come un uomo dovrebbe essere e presentarsi,perchè ritengo che il corpo sia l’unica cosa che veramente ci appartiene dato che la mente è spesso fulminata ed angustiata da influenze negative esterne,spesso rispolvero dal mio armadio oggetti come il chiodo,la bandana,gli orecchini con la piuma,camicie oversize,leggins di ogni forma tessuto e colore o stampa e stivaletti e,ovviamente,un po’ di matita nera ed eventuale trucco. 

Ovviamente non tutti gli elementi del mio look sono completamente 70s ma si vede chiaramente il riferimento a quel periodo. Ora vi lascio ad alcune mie foto e spero che vi piacciano e vi comunichino un po’ di emozioni che vanno dalla voglia d’indipendenza fisica e mentale fino alla libertà d’espressione e la libera sensualità e naturalezza in vestiti non convenzionali e sono il mio omaggio,uno dei tanti,a musica che apre la mente e abbatte ogni barriera.

Anzi,prima di lasciarvi alle foto vi propongo un piccolo viaggio musicale con qualche estratto dei pezzi che ritengo un MUST di quel periodo e che,per altro,sono i miei preferiti**

(di cui consiglio ALLA GRANDE tutto l’intero cd di”A TRICK OF THE TAIL”)

1-

2-

3-

4-

5-

6-

7-

8-

9-

10-

*POLL TIME*

Yours,

Ginger.♥

— RICORDO SEMPRE IL MIO LIBRO “FLIRTING WITH DISASTERS,VITE SULL’ORLO DEL PRECIPIZIO”,CHE POTRETE ACQUISTARE PRINCIPALMENTE A QUEST’INDIRIZZO: http://www.statale11.it/libri&idlibro=194  **—