OTTIMO START PER IL GRANDE FRATELLO 12. RESISTERANNO GLI ASCOLTI CON UN CAST COSI DEBOLE?

 

Nella foto la conduttrice Alessia Marcuzzi,al timone del reality per la sua 7^edizione consecutiva.

Per l’ennesima volta il GRANDE FRATELLO  conquista lo share maggiore della serata ,in questo caso dello scorso lunedi 24 ottobre data d’inizio della sua 12^esima edizione,ed un considerevole numero di telespettatori. Chi ha seguito il ritorno del reality di tutti i reality son stati in 5.269.000 telespettatori con uno share pari al 24,96% che ,per l’attuale annata televisiva,è un grande risultato e lo è anche in prospettiva della sua lunghezza oraria (è terminato alle 00,45) e della sua longevità come programma (è in onda dal settembre del 2000).

I dati relativi all’ascolto parlano chiaro,e mi complimento con la produzione,ma la vera domanda è: resisteranno?

 

Difficile dirlo dopo aver guardato molto attentamente la prima puntata,che ritengo essere la più noiosa di tutto il ciclo perchè è condita di momenti davvero INUTILI e senza senso,posso concretamente affermare che gli autori del Grande Fratello si credono realmente dei furboni ma in realtà continuano a riproporre lo stesso tipo di cast da un pò di stagioni,cambiando solo nomi e volti ma non la sostanza. Potrebbe essere una mossa astuta per due stagioni consecutive,forse anche tre se contiamo che il pubblico italiano non è dei più colti e sagaci,ma quest’anno avranno bisogno di qualcosa in più se vogliono mantenere uno share ben sopra il 20 % e se vogliono portare il gioco almeno alla lunghezza dell’annata precedente.

Fermo restando che dopo una sola serata non sia giusto giudicare di per sè l’intero prodotto e cast,e comunque sappiamo che questi sono solo i primi ad entrare in gioco,mi sento comunque in dovere di esprimere il mio giudizio negativo per quanto riguarda la scelta di un cast troppo poco vario,troppo”tamarro” (a me è sembrato uno scorcio di Uomini e Donne o di Tamarreide piu che un kick off del Grande Fratello) e poco attento a coprire la vastita’ delle personalita’ e,si,anche delle fisicita’ che abbiamo nel nostro paese e comunque nel mondo.

In mezzo alla poca varietà e originalità del cast di quest’anno spiccano la mamma con la passione per il burlesque (si ricorda che la moda ha iniziato a scoppiare in seguito all’uscita di”Burlesque”, film  con Christina Aguilera e di Cher. Si ricorda anche un reality interamente dedicato a  questa “disciplina”,andato in onda  su SkyUno,”Lady Burlesque”);l’erede nobiliare dal conto in banca mezzo prosciugato (che gioca sul problema comune a tutti della grossa crisi finanziaria del nostro paese);il contadino di colore,tutto lavoro e niente tecnologia,che rappresenta la parte della popolazione che si deve rimboccare le maniche e che ritorna ai lavori più antichi pur di vivere e sopravvivere e l’ex bambino problematico-scippatore ora redento e supersimpatico (ovviamente).

19 concorrenti e solo circa quattro personalità che possiamo definire “degne di nota” perchè potrebbero condurre a discorsi e tematiche già di maggior spessore. Per quanto riguarda gli altri?

Modelli a gogò,quasi come se il maschio italiano fosse sempre e solo a senso unico,ragazze carine ma non le classiche “strafighe” con qualche bellezza che spicca,a mio parere quella di Adriana Peluso,salernitana di 21 anni dal rapporto quasi inesistente con i genitori. Poi? Una fastidiosissima Floriana Messina,che si è gia fatta paparazzare assieme al capo del tg1 Minzolini,che proclama l’importanza della lettura con un fare veramente insopportabile.

Inoltre dovrebbero esserci due concorrenti gay in casa: uno sarebbe il biologo marino Luca di Tolla (che si vocifera abbia avuto una storia col nallerino Valerio Pino) e la bionda Gaia Elide Bruschini (che è stata eletta Miss Lesbica 2010 a Roma) e,ovviamente,niente è stato palesato come se fosse meglio non farlo o come se fosse erroneamente passato come”dettaglio trascurabile”, quando sappiamo che non lo è assolutamente.

Io sono il primo ad essere gay e a ritenere che la sessualita’ debba essere solo una degli elementi della nostra personalità,ci mancherebbe,ma il GF ha il potere di toccare anche le famiglie più ignoranti e meno pronte sull’argomento e credo che sia utile continuare ad offrire una piu vasta gamma di persone omosessuali,uomini e donne,in tv proprio per abituare la gente e far loro capire concretamente (perchè molti non lo sanno,è vero,credetemi) che un omosessualità puo’ essere ovunque,in qualsiasi misura,in qualsiasi corpo,puo’ avere qualsiasi carattere,e non bisogna averne paura perchè non annientano l’eterosessualità circostante ma,semplicemente,esiste ed ha tutto il diritto di esser palesata e di entrare a pieno regime negli intrecci del programma più “socialmente aperto” che abbiamo nella nostra televisione italiana (anche se anni fa,devo dire,era molto più spontaneo e meglio compattato).

Stop. Gli altri non li menzionerei proprio,anche perchè non mi sono rimasti nemmeno impressi. Ok che sono tanti,ma ricordarne appena la metà o poco meno non mi sembra,assolutamente,un buon inizio. 

Detto questo vi lascio con un sondaggio nel quale vi chiederò,a pelle e dalle poche informazioni fin’ora pervenute,chi avete iniziato a preferire🙂

Yours,

Ginger.♥