IL RITORNO DI MADONNA: ECCO IL SUO LIVE SHOW AL SUPERBOWL 2012

A tre anni dal suo Sticky&Sweet Tour,che accompagnava la promozione del suo 11esimo album d’inediti “Hard Candy”,Madonna sta per tornare con un nuovo disco,il cui titolo è già stato confermato essere“MDNA”.

In occasione dell’uscita del suo primo estratto,“Give Me All Your Lovin'”,già mesi fa abbiamo appreso che la Material Girl(ormai woman) si sarebbe esibita in uno show per il Super Bowl Americano,ossia l’evento dell’anno per la televisione USA,che ha sempre registrato risultati fra i 90/100 ed oltre milioni di telespettatori,che è pari ad 1/3 della popolazione dello stato!

L’evento si è tenuto lo scorso 5 febbraio sulla rete americana NBC,totalizzando circa 111,3 milioni di telespettatori anche quest’anno(ossia più di un terzo della popolazione del paese!),e ha visto la regina del pop esibirsi nella pausa di metà gara,con un medley ben articolato di alcuni dei suoi più grandi successi, intermezzato da“Give Me All Your Lovin'”,il nuovo singolo che tutti aspettavano,con la presenza delle due guest stars femminili(che appaiono sia sul brano,sia nel video che nell’esibizione live) M.I.A. e l’ormai super famosa Nicki Minaj.

Lo show è stato magistralmente coordinato ed organizzato,un piacere visivo ed un divertimento,senza alcuna ombra di dubbio. Ciò che ha destato un pò di critiche,ed anche la mia,è stata l’evidente decisione di Madonna di esibirsi in playback,mossa che potrebbe risultare molto astuta e sicura per non commettere errori e potersi divertire e poter divertire di più il pubblico,potendo avere una mobilità maggiore rispetto ad un esibizione totally livema, contemporaneamente,rischiosa perchè toglie quel brivido e quella sensazione di autenticità,di vero impegno e di vero “ritorno”in grande stile”.

Uno show in playback che,sicuramente,non delude nel suo complesso ma che mostra una Madonna che va sul sicuro,che non si mette completamente in gioco,anche un pò più scomoda e”legnosa” in alcuni passaggi (non me ne vogliate ma non mi è piaciuta molto  nella parte di”Vogue”) che dovrebbe forse pensare più a cantare e meno a fare la ballerina di quarta fila,dato che un corpo di ballo,tra l’altro eccezionale e degno di nota,ce l’ha!

Queste critiche le muovo da grande fan di quest’artista leggendaria,ho tutti i suoi dischi e la seguo sin da quando avevo 11 anni(ed ora ne ho 24),perchè mi aspettavo una maturità diversa da una donna di 53 anni che ha l’incredibile occasione di presentare un nuovo disco ad una platea così ampia ed eterogenea.

Da non cantante sono molto felice quando riesco a sentire l’attività live degli artisti che seguo,proprio perchè è l’unica cosa che evidenzia il loro talento e li differenzia da me e da chiunque altro non sappia,semplicemente,cantare o ripetere certe emozioni. Da uno show in lip-syncing(in gergo”playback”,”mimato”) non mi aspetto lo stesso coinvolgimento e,di fatti,non c’è stato in paragone ad altre esibizioni, magari molto più modeste e semplici, dove Madonna aveva dato sè stessa in tutta la sua naturalezza del momento.

Però,a giudicare dal meraviglioso e rocambolesco effetto che ha ottenuto pure in playback,c’è da ammettere che solo un’artista del calibro di Madonna poteva divertire,emozionare e tirare su uno show simile. Diamo a Cesare ciò che è di Cesare,anzi,diamo a Madonna ciò che è di Madonna.

Anche se non è “antica” come un’icona degli antichi romani,Madonna è sicuramente l’artista femminile più leggendaria degli ultimi 30 anni e,volenti o nolenti,la maggior parte delle persone non può che essere affascinata o,comunque, incuriosita da ciò che Madonna fa o si appresterà a fare,ed ogni critica non potrà mai ledere il suo personaggio/persona che,eccesso dopo eccesso,è sempre coerente a sè stesso.

LO SHOW NEL DETTAGLIO

Lo show è un medley di circa 13 minuti. Cominciando con“Vogue” si è passati a “Music”,seguita da una piccola interruzione con “Party Rock Anthem” degli LMFAO che hanno visitato la popstar sul palco. Il terzo brano è stato“Give Me All Your Lovin'”,ossia il nuovo singolo della cantante,per giungere ad una nuova versione “stile marcia” di“Open Your Heart” e “Express Yourself” cantata in coppia con Cee-Lo Green. Chiude il mini super show l’iconica“Like A Prayer”,cantata con l’ausilio di un coro di voci,a fine esibizione,vede poi Madonna scomparire in un fumo bianco,(un pò scontato,ma ugualmente ben fatto).

Come ho già detto avrei preferito uno show dal vivo ma visto e considerato che è stato uno show breve ma molto intenso,dove Madonna si è anche lanciata in capovolte,ruote assistite,in balli scatenati la si può perdonare. Non credete?:p

Una cosa è sicura: non ha annoiato.

IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE LIVE DI MADONNA (CON LMFAO,M.I.A. E NICKI MINAJ) AL SUPERBOWL 2012

Da menzionare,la talentuosa KELLY CLARKSON che ha cantato l’inno nazionale americano in quest’edizione del Super Bowl.

*POLL TIME*

Yours,

Ginger.❤