Updates from August, 2015 Toggle Comment Threads | Keyboard Shortcuts

  • gingerpresident 11:57 pm on August 20, 2015 Permalink | Reply
    Tags: , , , , , BRIAN ENO, , , , , , JOHNNY ENGLISH, , , NATALIE IMBRUGLIA, NATALIE IMBRUGLIA COPIE VENDUTE, NATALIE IMBRUGLIA DISCOGRAPHY, NATALIE IMBRUGLIA INSTANT CRUSH, NATALIE IMBRUGLIA LOOK, NATALIE IMBRUGLIA MALE, , ROWAN ATKINSON, , , ,   

    NATALIE IMBRUGLIA: L’ATTESO RITORNO CON L’ALBUM “MALE” 

    Natalie Imbruglia, una delle donne più belle del mondo e una delle artiste pop mainstream più interessanti degli ultimi anni, torna alla ribalta con nuovo album, “Male“, disco di cover di pezzi tutti originariamente interpretati da uomini. Il risultato? Un lavoro incredibile.

    Tutti ricordiamo Natalie nel 1997 quand’era senz’altro l’artista donna dell’anno con la superhit “Torn” e il suo album di debutto “Left Of The Middle”, un interessante mix di pop-post grunge rock-trip hop e rock. Caschetto spettinato, labbra sexy, stile semplice ed alternativo con canotta o t shirt e baggy cargo trousers, una voce pulita e pop ma malinconica e profonda allo stesso tempo. Una songwriter interessante e non solo una bella donna, anzi, bellissima. “Left of the Middle” vendette oltre 7 milioni di copie (AUS #1, ITA #4, USA #10, UK #5 ecc) e concluse il suo corso nel 1999 con la pubblicazione di “Identify”, un meraviglioso singolo dream pop incluso solo nella versione Taiwanese del disco, che diventa l’album di debutto piu venduto di una cantante Australiana.

    A 4 anni dal disco di debutto, abbandonato il caschetto in favore di capelli più lunghi e ondulati, arrivò il secondo lavoro: “White Lilies Island“. Il disco venne anticipato da quello che in molti definiscono ancora oggi il suo miglior singolo, “That Day“, un brano pop-rock alternative di meravigliosa fattura e lyrics. L’album non ottenne lo stesso successo del precedente, infatti vendette solo 1,5 milioni di copie. La hit dell’album fu sicuramente “Wrong Impression“, che raggiunse la #10 in UK e fu l’unica ad entrare nella Billboard hot 100, alla #64.

    Nel 2005 è la volta del terzo disco, “Counting Down The Days“, che grazie al singolo “Shiver” ha ottenuto buone vendite iniziali, tanto da farle guadagnare il suo primo #1 in UK ma, alla fine dei giochi, il disco arrivò a vendere poco più di 600,000 copie, nonostante il disco meritasse molto (apparte la copertina!).

    Nel 2007 Natalie Imbruglia festeggia i 10 anni di carriera con la compilation “Glorious: The Singles 97-07“, tutti i suoi singoli più 5 brani inediti, anticipata dal grazioso ed energico singolo “Glorious“. Natalie Imbruglia è in splendida forma, ripropone il caschetto ma meno spettinato e corto, corredato da un look molto più femminile e glamourous. Il disco vendette oltre 500,000 copie.

    Dopo altri 4 anni da “Counting Down The Days” (un trend a quanto pare per Natalie Imbruglia) esce il quarto disco “Come To Life“, un disco fatto di sonorità pop ma anche piu rock sperimentali, con pezzi donati lei da Chris Martin dei Coldplay e Brian Eno e pubblicato tramite la Malabar Records, la sua etichetta discografica. Un album molto elegante e diverso dai suoi precedenti, anticipato dall’interessante synth pop di “Want” (il pezzo più pop del disco) e dal singolo promozionale “Wild About It” (dal ritornello super catchy e dal divertentissimo video, onestamente uno dei suoi migliori!), che però fu un totale disastro: il disco non venne pubblicato in mercati importantissimi quali UK e USA, in Australia (il suo Paese d’origine) andò malissimo, piazzandosi al #67. il disco ottenne un minimo di visibilità solo qui in Italia, dove entrò al #34 e dove “Want” divenne una hit dell’estate 2009, vendendo oltre 10,000 copie.

    Complice il terribile insuccesso del disco, e la sua carriera parallela di attrice (il suo più grande successo al botteghino fu nel 2003 col primo Johnny English, a fianco di Rowan Atkinson), Natalie Imbruglia smise di far musica e promise che non avrebbe più inciso un disco se non fosse stato un progetto di cui poteva valerne minimamente la pena…e l’offerta, alla fine, arrivò.

    Fu così che nel 2014 ottenne un nuovo contratto con la Sony Masterworks e, dopo pochi mesi ma tantissimo lavoro, come dice lei in uno dei suoi video “promo” sul suo canale Youtube, ecco arrivare “Male“. Il disco, come già anticipato, racchiude pezzi già resi famosi o comunque cantati da intepreti uomini (un pò come fece Anastacia nel 2012 col disco “It’s A Man’s World”).

    Natalie Imbruglia ha raccontato, in un’intervista su Digital Spy, come sia stato il processo di scelta delle canzoni. Alcune di esse sono state scelte sulla base dei gusti di Natalie e di canzoni a lei care, altre sono state a lei proposte dal suo team, e sono state entrambe esperienze molto interessanti per la cantante italo australiana, che è assolutamente entusiasta di presentare al pubblico “Male“, anticipato dal singolo “Instant Crush“, brano originario dei Daft Punk e Julian Casablancas, correlato da un interessantissimo video ispirato al film “La Fabbrica delle Mogli“.

    Ascoltate qui l’album preview “Male” di Natalie Imbruglia per farvi un’idea e ditemi che ne pensate!

    Intanto, Natalie Imbruglia ha già annunciato di essere al lavoro sul suo sesto disco (quinto d’inediti veri e propri) che ha iniziato a lavorare proprio alternandolo alle sessioni di registrazione di “Male” ed è tanto emozionata per la promozione dell’attuale disco che della creazione del nuovo album, che comunque è ancora in fase iniziale di creazione, ma che potrebbe vedere la luce verso fine 2016.

    Natalie Imbruglia - Male (album).jpg

    Tracklist di “Male”

    N. Title Writer(s) Original artist Length
    1. “Instant Crush” Guy-Manuel de Homem-Christo, Thomas Bangalter and Julian Casablancas Daft Punk featuring Julian Casablancas 4:52
    2. “Cannonball” Damien Rice Damien Rice 3:27
    3. “The Summer” Josh Pyke Josh Pyke 3:18
    4. “I Will Follow You into the Dark” Ben Gibbard Death Cab for Cutie 3:25
    5. “Goodbye in His Eyes” Zac Brown, Wyatt Durette, John Driskell Hopkins, Sonia Leigh Zac Brown Band 4:35
    6. “Friday I’m in Love” Perry Bamonte, Boris Williams, Simon Gallup, Robert Smith, Porl Thompson The Cure 3:16
    7. “Naked as We Came” Samuel Beam Iron & Wine 2:36
    8. “Let My Love Open the Door” Pete Townshend Pete Townshend 3:08
    9. “Only Love Can Break Your Heart” Neil Young Neil Young 2:50
    10. “I Melt with You” Robbie Grey, Gary McDowell, Richard Brown, Michael Conroy, Stephen Walker Modern English 4:07
    11. “The Waiting” Tom Petty Tom Petty and the Heartbreakers 3:16
    12. “The Wind” Cat Stevens Cat Stevens 2:13
    13. “Instant Crush” (radio edit) (bonus track) Homem-Christo, Bangalter and Casablancas Daft Punk featuring Julian Casablancas 3:26


    Sempre con un ombrello, col suo adorato orologio chic e pronto per un’altra, unica, lezione d’inglese…il nostro #MrAUBERGINE e le sue VIDEOLEZIONI D’INGLESE PER ITALIANI , il professore  più “particolare” d’Italia! Un prodotto, IbridiAtipicI

    Se vi è piaciuto, ricondividete sul vostro profilo!

    IbridiAtipicI per FACEBOOK

     Segui gli IbridiAtipicI su
     
    Yours,
    Ginger ♥
     
  • gingerpresident 10:10 pm on August 20, 2015 Permalink | Reply
    Tags: , , , , , , , , , , , , , , , LADY GAGA TILL IT HAPPENS TO YOU, , , , , RAPE, , , SEXUAL ABUSE, , , , , SUNDANCE FILM FESTIVAL, THE HUNTING GROUND, TILL IT HAPPENS TO YOU, , , , VIOLENZE SESSUALI, VIOLENZE SULLE DONNE,   

    LADY GAGA: “TIL IT HAPPENS TO YOU”, NUOVO SINGOLO E VIDEO 

    Lady Gaga ha appena concluso il tour che l’ha portata in giro col suo album quarto album di studio “Cheek to Cheek” (US #1; ITA #6; UK #10 – oltre 1 milione di copie vendute), realizzato assieme alla leggenda della traditional pop music Tony Bennett, è pronta a tornare alla pop music!

    In occasione di questo ritorno alla musica leggera, ecco che spunta “Til It Happens to You“, che però non è certo una “Bad Romance” o “Born This Way“.

     

     

    Infatti “Til it Happens To You“, prodotto e scritto dalla stessa insieme a Diane Warren, è la colonna sonora portante del documentario The Hunting Ground, che parla delle violenze sessuali che avvengono nei campus universitari americani, presentato al Sundance Film Festival 2015.

    In “Til it Happens To You“, Gaga parla delle violenze che subì all’età di 19 anni, che già ammise apertamente mesi fa in un’intervista con Howard Stern. Già nella bellissima e trascinante “Swine” contenuta nel suo terzo album “Artpop“, Lady Gaga si sfogò nei confronti di questa violenza, ma al tempo della pubblicazione la vera essenza della canzone non era ancora stata rivelata.

    Diane Warren, parlando di “Til it Happens To You” ha detto che, per com’è stata scritta ed interpretata, la gente può interfacciarsi alla canzone non solo pensando alla violenza sessuale:

    “Potrebbe essere una rottura, la morte di qualcuno, qualcosa che si è perduto e qualcuno che ti dice che andrà tutto bene, mentre tu senti che stai morendo”.

    lady gaga diane warren

    Lady Gaga con Diane Warren in studio

    Il risultato è una ballad con tratti fortemente energici, realista e cruda, spietata ma dolce che mostrano una Lady Gaga sempre più raffinata e sempre più lontane dalle colleghe “pop”, per bravura – stile e voce (e premi vinti!).

    Il brano “Till it Happens To You“, però, pare che non sarà incluso nel quarto album d’inediti (quinto di studio) di Lady Gaga, però se dovesse andare bene, chissà, potrebbe essere una bonus track?

    Io lo spero vivamente!

    Cosa ne pensate di questo nuovo brano di Lady Gaga?



    Sempre con un ombrello, col suo adorato orologio chic e pronto per un’altra, unica, lezione d’inglese…il nostro #MrAUBERGINE e le sue VIDEOLEZIONI D’INGLESE PER ITALIANI , il professore  più “particolare” d’Italia! Un prodotto, IbridiAtipicI

    Se vi è piaciuto, ricondividete sul vostro profilo!

    IbridiAtipicI per FACEBOOK

     Segui gli IbridiAtipicI su
     
    Yours,
    Ginger ♥
     
  • gingerpresident 5:51 pm on August 20, 2015 Permalink | Reply
    Tags: , , , , , BEA MILLER NOT AN APOLOGY, , , , BRITNEY SPEARS FUNNY FACES, BRITNEY SPEARS MEME, BRITNEY SPEARS X FACTOR USA, , , , , , NOT AN APOLOGY, , , , X FACTOR US,   

    BEA MILLER: USCITO L’ALBUM DI DEBUTTO “NOT AN APOLOGY” 

    Bea Miller ha partecipato alla seconda edizione dell’ora defunto X FACTOR USA, famoso più che altro perchè è l’unico reality ad aver avuto Britney Spears come giudice, che detiene ancora il primato come giudice più pagata per un talent (con la modica cifra di 15 milioni di dollari!).

    Bea Miller era proprio una delle “teens” affidate all’epoca a Britney Spears, coach di quella categoria (ringraziamo tutti X FACTOR USA per averci donato i meme di Britney Spears, i più belli della storia).

    Bea Miller si classificò nona quell’anno (2012), quindi molto bassa, ma non sparì dalla circolazione (a differenza di molti altri concorrenti arrivati molto più in alto, di lei, o già solo dei primi classificati ad X FACTOR USA!) e dopo 3 anni da allora, compiuti i 16 anni, sforna il suo primo album solista : “Not An Apology“.

    Not an Apology” è un disco in puro stile pop rock, anticipato dal singolo “Young Blood” (co-scritto anche da Bea Miller) e seguito dall’attuale singolo “Fire N’Gold“, due ottimi esempi di canzoni da cantare a squarciagola.

    Seppure i due singoli non abbiano raggiunto vette superlative nella Billboard Hot 100 (“Young Blood” non vi è mai entrata mentre “Fire N’Gold” per ora ha raggiunto la #78), “Not an Apology” ha debuttato alla #7 nella Billboard 200, classifica dei dischi piu venduti in USA, con oltre 33.000 copie vendute nella prima settimana, senza altro un buon risultato per Bea Miller se si pensa ai singoli, quasi totalmente snobbati in termine di vendite.

    Bea Miller ha tutte le carte per diventare la Avril Lavigne degli anni 2010s, sia per sonorità che per look, anche se sembra più “seria” della Lavigne. Diciamo una Avril Lavigne dark? Diciamolo.

    Non amo fare paragoni, ma nella musica sono inevitabili specie se servono ad introdurre un’artista a chi non la conosce, per avvicinarsi ai suoi brani con più curiosità.

    Cosa ne pensate di Bea Miller? M’interessa in particolare il parere dei fans di Avril, ahah!

    Tracklist di “Not An Apology”

    No. Title Writer(s) Producer(s) Length
    1. “Young Blood”
    • Bea Miller
    • Mike Del Rio
    • Matt Parad
    • Phoebe Ryan
    Del Rio 3:39
    2. “Fire N Gold”
    • Nolan Sipe
    • Freddy Wexler
    • Jarrad Rogers
    Rogers 3:31
    3. “I Dare You”
    • Julia Michaels
    • Mitch Allan
    • Oh, Hush!
    • Allan
    • Oh, Hush!
    3:26
    4. “Paper Doll”
    • Miller
    • Matthew Morales
    • James Morales
    • Julio Rodriguez
    • Autumn Rowe
    • Shane Stevens
    The Elev3n 3:36
    5. “Perfect Picture”
    • Miller
    • Allan
    • Jason Evigan
    The Suspex 3:07
    6. “Enemy Fire”
    • Busbee
    • Meghan Kabir
    Busbee 3:51
    7. “Force of Nature”
    • Ashley Gorley
    • Andrew Harr
    • Jermaine Jackson
    • Julia Michaels
    • The Runners
    • Alex Delicata
    4:01
    8. “This Is Not an Apology”
    • Lucas Banker
    • Travis Huff
    • Matt Squire
    • Ali Tamposi
    • Squire
    • Steve Tippeconnic
    3:25
    9. “Dracula”
    • Miller
    • CJ Baran
    • Kara Dioguardi
    • Skyler Stonestreet
    CJ Baran 2:52
    10. “We’re Taking Over”
    • Andrew Goldstein
    • Emanuel Kiriakou
    • Demi Lovato
    • Lindy Robbins
    Denis Kosiak 3:27
    11. “Rich Kids”
    • Benji Madden
    • Joel Madden
    • Squire
    Squire 2:44


    Sempre con un ombrello, col suo adorato orologio chic e pronto per un’altra, unica, lezione d’inglese…il nostro #MrAUBERGINE e le sue VIDEOLEZIONI D’INGLESE PER ITALIANI , il professore  più “particolare” d’Italia! Un prodotto, IbridiAtipicI

    Se vi è piaciuto, ricondividete sul vostro profilo!

    IbridiAtipicI per FACEBOOK

     Segui gli IbridiAtipicI su
     
    Yours,
    Ginger ♥
     
  • gingerpresident 4:58 pm on August 20, 2015 Permalink | Reply
    Tags: DIRITTI GAY, , , , , , KRISTA SIEGFRIDS, KRISTA SIEGFRIDS BETTER ON MY OWN, , , MATRIMONI GAY   

    KRISTA SIEGFRIDS: ECCO IL NUOVO SINGOLO “BETTER ON MY OWN” 

    Krista Siegfrids si è fatta conoscere al pubblico nel 2013, in occasione dell’Eurovision Song Contest, dove ha partecipato con il suo trascinante pezzo pop “Marry Me“.

    Con quel singolo Krista Siegfrids aveva l’intento di sensibilizzare la Finlandia e l’Europa verso i diritti degli omosessuali, in particolare sull’approvazione del matrimonio gay, presentandosi vestita da sposa e baciando una ragazza nella sua esibizione di “Marry Me” all’Eurovision Song Contest. Il singolo arrivò sino alla posizione #6 in Finlandia e da lì la sua carriera iniziò veramente.

    Successivamente uscirono altri due singoli, “Amen!” e “Can You See Me?“, tutti inclusi nel suo album di debutto “Ding! Dong!” (FIN #19), con sonorità pop e pop trash.

    Nel 2014 esce “Cinderella“, un bellissimo brano che ricorda qualche numero degli Abba in chiave più rockeggiante, che arriva al #15 della classifica finlandese che conclude l’era “Ding! Dong!”.

    All’inizio di quest’anno Krista Siegfrids torna con “On & Off” e pochi giorni fa presenta il nuovo singolo e video per “Better On My Own“. Il singolo anticipa l’uscita del suo secondo album di studio di cui ancora non si hanno dettagli precisi, se non qualche esibizione live (molte buone) dove ha cantato qualche nuovo brano come “Best Bad Girlfriend” e “Too Much for a Broken Heart“, che fanno presupporre un sound più maturo ed interessante, con sonorità che strizzano l’occhio agli anni 80 e 90 con un twist moderno, correlati da un look rock-alternative, non esageratamente glamour ed extracurato, che funziona per alcune artiste americane ma che alla lunga infastidisce e sà troppo di costruito.

    L’outfit e il video di “Better On My Own” mi ricordano una versione più urban e “cheap” (ma non in senso negativo) di “The Edge of Glory” di Lady Gaga ed è, secondo me, attualmente il suo miglior uptempo single.

    Personalmente la tengo d’occhio, perchè ha un sound molto fresco che non ha nulla da invidiare alla Taylor Swift di 1989, Ke$ha dei primi tempi, l’Avril Lavigne dei singoli più pop e Katy Perry, un mix che non può non intrigare!

    Krista Siegfrids è un pò più “sporca”, vissuta, “meno precisina”, divertente, sexy , diretta e provocatoria e ci piace così!

    Fatemi sapere se avete apprezzato il nuovo singolo e, in generale, se è un’artista che avete trovato interessante e se avete guardato qualche video di quelli che vi ho linkato (li trovate cliccando sopra il nome della canzone).



    Sempre con un ombrello, col suo adorato orologio chic e pronto per un’altra, unica, lezione d’inglese…il nostro #MrAUBERGINE e le sue VIDEOLEZIONI D’INGLESE PER ITALIANI , il professore  più “particolare” d’Italia! Un prodotto, IbridiAtipicI

    Se vi è piaciuto, ricondividete sul vostro profilo!

    IbridiAtipicI per FACEBOOK

     Segui gli IbridiAtipicI su
     
    Yours,
    Ginger ♥
     
c
Compose new post
j
Next post/Next comment
k
Previous post/Previous comment
r
Reply
e
Edit
o
Show/Hide comments
t
Go to top
l
Go to login
h
Show/Hide help
shift + esc
Cancel
%d bloggers like this: