Tagged: ALCOHOL Toggle Comment Threads | Keyboard Shortcuts

  • gingerpresident 2:58 am on May 14, 2013 Permalink | Reply
    Tags: ALCOHOL, alcohol is free, , , anouk birds official video, , bulgary, cascada glorious, cezar, , dina garipova what if, dorians lonely planet, dutch, , , , eurovision song contest songs, , , , greece, hannah mancini straight into love, , , , marco mengoni eurovision, , , , natalia kelly shine, , osterreich, , PeR here we go, , , rai 2, rai 4, rai 5, , roberto bellarosa love kills, robin stjernberg you, ryan dolan only love survives, , switzerland, takasa you and me, , zlata ohnevic gravity   

    EUROVISION SONG CONTEST 2013: I CANTANTI E LE CANZONI IN GARA. 

    LEurovision Song Contest 2013 si terrà a Malmo, in Svezia (in quanto vincitore della scorsa edizione), ed è giunto alla sua 58esima edizione.

    Eurovision_Song_Contest_2013_logo

    Le date, annunciate durante la 57ª edizione della kermesse, sono quelle del 14, 16, 18 maggio 2013 e nel nostro paese andranno in onda su Rai 5 (la data del 14 e 16) e su Rai 4 (18 maggio).

    Lo slogan di questa edizione è We are one, e il logo è una farfalla multicolore.

    Il sistema di voto, come introdotto dal 2010 in poi, è il seguente: televoto e giuria avranno un pari peso nell’assegnare i punti. Rispetto alle precedenti edizioni, le due classifiche non saranno unite limitatamente alle rispettive dieci migliori posizioni ma nella totalità dei brani in gara, esprimendo una votazione così per ogni brano in gara, Dalla sommatoria di tutti i punti si otterrà la classifica totale e le prime 10 posizioni riceveranno il canonico punteggio da 12 ad 1.

    Le canzoni e gli artisti in gara nella prima semifinale

    Paese Cantante Canzone
    01 Bandiera dell'Austria Austria Natália Kelly Shine
    02 Bandiera dell'Estonia Estonia Birgit Õigemeel Et uus saaks alguse
    03 Bandiera della Slovenia Slovenia Hannah Mancini Straight into love
    04 Bandiera della Croazia Croazia Klapa s mora Mižerja
    05 Bandiera della Danimarca Danimarca Emmelie de Forest Only teardrops
    06 Bandiera della Russia Russia Dina Garipova What if
    07 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Zlata Ohnevič Gravity
    08 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Anouk Birds
    09 Bandiera del Montenegro Montenegro Who See feat. Nina Žižić Igranka
    10 Bandiera della Lituania Lituania Andrius Pojavis Something
    11 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Alena Lanskaja Solayoh
    12 Bandiera della Moldavia Moldavia Aliona Moon O mie
    13 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Ryan Dolan Only love survives
    14 Bandiera di Cipro Cipro Despina Olympiou An me thimásai
    15 Bandiera del Belgio Belgio Roberto Bellarosa Love kills
    16 Bandiera della Serbia Serbia Moje 3 Ljubav je svuda

    Le canzoni e gli artisti in gara nella seconda semifinale

    Paese Cantante Canzone
    01 Bandiera della Lettonia Lettonia PeR Here we go
    02 Bandiera di San Marino San Marino Valentina Monetta Crisalide (vola)
    03 Bandiera della Macedonia Macedonia Esma Redžepova e Vlatko Lozanoski Pred da se razdeni
    04 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Fərid Məmmədov Hold me
    05 Bandiera della Finlandia Finlandia Krista Siegfrids Marry me
    06 Bandiera di Malta Malta Gianluca Bezzina Tomorrow
    07 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Elitsa Todorova e Stoyan Yankulov Samo šampioni
    08 Bandiera dell'Islanda Islanda Eyþór Ingi Gunnlaugsson Ég á líf
    09 Bandiera della Grecia Grecia Koza Mostra feat. Agathonas Iakovidis Alcohol is free
    10 Bandiera d'Israele Israele Moran Mazor Rak bishvilo
    11 Bandiera dell'Armenia Armenia Dorians Lonely planet
    12 Bandiera dell'Ungheria Ungheria ByeAlex Kedvesem (Zoohacker remix)
    13 Bandiera della Norvegia Norvegia Margaret Berger I feed you my love
    14 Bandiera dell'Albania Albania Adrian Lulgjuraj e Bledar Sejko Identitet
    15 Bandiera della Georgia Georgia Nodiko Tatishvili e Sopho Gelovani Waterfall
    16 Bandiera della Svizzera Svizzera Takasa You and me
    17 Bandiera della Romania Romania Cezar It’s my life

    Finale

    La finale avrà luogo il 18 maggio 2013 e la Svezia, in quanto paese vincitore dell’edizione 2012 ed ospitante di quella 2013, è già qualificata alla finale, come Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna, in quanto fra i primi 5 contributori dell’UER.

    Paese Cantante Canzone
    Bandiera della Francia Francia Amandine Bourgeois L’enfer et moi
    Bandiera della Germania Germania Cascada Glorious
    Bandiera dell'Italia Italia Marco Mengoni L’essenziale
    Bandiera del Regno Unito Regno Unito Bonnie Tyler Believe in me
    Bandiera della Spagna Spagna El Sueño de Morfeo Contigo hasta el final
    16[140] Bandiera della Svezia Svezia Robin Stjernberg You

    Qui sotto alcuni video/audio delle proposte musicali del contest:

    ——————————————————————————————————————————
     NON PERDETEVI LA DIVERTENTE WEB COMEDY  “PALAZZO NUOVO 10124″ !
    20190_4922513271559_1626995429_n
    PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124

    http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124

    http://twitter.com/#!/PN10124

    — E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE:

    http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours,

    Ginger ❤

     
  • gingerpresident 12:02 am on March 19, 2012 Permalink | Reply
    Tags: , ADDICT, , ALCOHOL, ALCOHOLIC, , , , , , , , , , , , , , , MODELSHOOT ( 7 ), , , , , , ,   

    http://www.modelshoot.net/photo/365880

    FONDO DI BOTTIGLIA,FONTE DI VERITA’
    LIQUIDO AMICO,PARADOSSALE BENESSERE.

    L’AUTODISTRUZIONE è LA NUOVA REGOLA PER ESSERE COOL,
    LA DISIDRATAZIONE è L’UNICO MODO PER ASSAPORARE LA
    SCONFITTA E VOLER RISALIRE.

    è TUTTO NERO,è TUTTO BUIO MA è COME ESSERE CULLATI;
    UN VORTICE INDEFINITO DI CONFUSIONE,DI GRAN LUNGA
    PREFERIBILE ALLA COMPRENSIONE.

    ANCHE SE SI EVITANO CONFLITTI,SE SI EVITANO DISCUSSIONI,
    SE CI SI TUFFA DENTRO QUESTO MARE TOSSICO E LO SI DEGLUTISCE,
    NON C’è BUGIA CHE REGGA DAVANTI A QUEST’IMMAGINE.

    ALCOHOL DON’T NEED LIES,
    UNA MANO E UNA BOTTIGLIA PARLANO DA SÉ.

    Yours,
    Ginger.♥

     
  • gingerpresident 7:13 pm on February 15, 2012 Permalink | Reply
    Tags: ALCOHOL, BUT IT'S OKAY, COULD I HAVE THIS KISS FOREVER, , HEARTBREAK HOTEL, HOW WILL I KNOW, I LEARNED FROM THE BEST, I LOOK TO YOU, I WILL ALWAYS LOVE YOU, I'M YOUR BABY TONIGHT, IT'S NOT RIGHT, , , MY LOVE IS YOUR LOVE, , QUEEN OF THE NIGHT, , RUN TO YOU, SO EMOTIONAL, THE BODYGUARD, WHITNEY, , WHITNEY DRUGGED, WHITNEY DRUGS,   

    RETROSPECTIVE: WE WILL ALWAYS LOVE YOU,WHITNEY HOUSTON 

    RETROSPECTIVE: WE WILL ALWAYS LOVE YOU,WHITNEY HOUSTON

    Tutti ormai sanno che Whitney Houston,una delle cantanti più famose e più vendute del mainstream musicale,è deceduta la scorso 11 febbraio.

    La 48enne americana,nata il 9 agosto 1963 a Newark nel New Jersey,interprete di alcuni dei più grandi successi della storia della musica,sarebbe annegata nella sua vasca da bagno,dopo una notte di folleggiamenti con amici,che includevano grandi quantità di alcool e droga.

    É risaputo che Whitney aveva problemi con alcool e droghe,e lo aveva anche ammesso in svariate interviste almeno una decina di anni fa,ed è altrettanto pubblico che la causa dei suoi “mali” era da ricercarsi nel suo tragico matrimonio con Bobby Brown,colui che ha fatto si che la donna entrasse in un turbine nero di depressione e frustrazione,senza più farvi uscita,per quanto la donna ci avesse provato svariate volte.

         

    Whitney Houston stava frequentando un nuovo uomo,Ray J,aveva ricominciato a frequentare vecchie amiche e aveva un ottimo rapporto con i suoi parenti,stava preparando il suo ritorno discografico,dopo il buon successo di“I Look To You” del 2009,e aveva anche terminato di girare “Sparkle”,la sua ultima fatica cinematografica.

    Insomma…la carriera di Whitney stava per riprendere il volo,e c’è chi giura che ha passato gli ultimi suoi giorni nella più totale calma e benessere,accanto alla sua famiglia…ma tutto ciò,evidentemente,non le bastava e non le ha di certo impedito di smettere certe vecchie abitudini che l’hanno portata negli abissi…anche se poco profondi,ossia quelli di una vasca da bagno,la sua,nella quale è annegata perchè addormentatasi a quasi del super dosaggio,anche se pare non fosse un overdose,ma abbastanza forte per intontirla e farle perdere coscienza di sè e ,quindi,del suo corpo.

    Una fine impropria,infida,assolutamente avvilente per una personalità e una donna del genere,dal grandioso talento e dalla capacità di toccare cosi tante persone,i suoi fans,e capace di influenzare la maggior parte delle popstars del nostro panorama musicale attuale.

    2 Emmy Awards,6 Grammy Awards,30 Billboard Music Awards e 22 American Music Awards sono il risultato di una carriera che ha generato la vendita di oltre 170 milioni di dischi,con 11 number 1 singles (di cui 7 consecutivi!!) e 4 #1 albums nella classifica USA,diventando l’artista più importante ed innovativa,assieme a Madonna,di tutti gli anni ’80.

    La colonna sonora del film“The Bodyguard” ed il suo pezzo piu famoso,“I Will Always Love You”, inizialmente scritta da Dolly Parton,sono entrambi uno degli album e dei singoli più venduti in assoluto nella storia musicale e la voce di Whitney,il suo timbro,la sua vocalità ed i suoi videoclip hanno fatto da scuola,da guida,a tutto ciò che c’è stato conseguentemente nel suo genere musicale.

    La voglio ricordare per la sua musica e per i pezzi che mi facevano pensare”solo Whitney Houston poteva cantare così” e voglio ricordarmi anche che le persone che hanno avuto”tutto” dalla vita sono anche le persone più a rischio,perchè i soldi ti danno la possibilità di  fare tutto quel che vuoi,e in momenti di depressione o sconforto avere dei soldi ti porta,inesorabilmente,e solamente,a compiere atti che altri,non potendoselo permettere,non farebbero.

    C’è una sottile linea fra l’autodistruzione e lo sballo,e la maggior parte della stars rischia seriamente di travalicare quella linea. Molte l’han già fatto e ne hanno pagato le conseguenze,altre forse saranno stroncate dalle loro stesse cattive usanze,cosi come Whitney.

    “Prego” affinchè questa gente si renda materialmente conto che i soldi sono soprattutto un dono e un qualcosa per cercare di rendere la vita più vivibile,e non sono stati inventati per cercare di trovare modi più cool e “disperati”,”maledetti” di uccidersi.

    La Houston lascia cosi la sua figlia 18enne,Bobbi Kristina Houston Brown,in uno shock terribile,che le causa anche un malore non indifferente che la costringe all’ospedalizzazione,e lascia il mondo che ha incantato per anni ed anni senza la sua potente e maestosa voce,che ormai aveva subito le ingiurie del tempo e dei suoi abusi,ed era diventata molto meno memorabile e decisamente meno forte,intensa e pura,come accade sempre in questi casi.

    La sua ultima esibizione è stata con l’amica Kelly Price,che ha raggiunto su di un palco per cantare assieme“Jesus Loves Me”

    Non c’era brano migliore per abbandonare per sempre il palcoscenico della vita.

    DISCOGRAFIA:

    Album di studio:

    WHITNEY HOUSTON (1985) (25+ milioni di copie)

    WHITNEY (1987) (20+ milioni di copie)

    I’M YOUR BABY TONIGHT (1990)(13+ milioni di copie)

    MY LOVE IS YOUR LOVE (1998)(12+ milioni di copie)

    JUST WHITNEY (2002)(3+ milioni di copie)

    ONE WISH: THE HOLIDAY ALBUM (2003)(1+ milioni di copie)

    I LOOK TO YOU (2009)(2,5+ milioni di copie)

    Raccolte:

    WHITNEY: THE GREATEST HITS (2000)(10+ milioni di copie)

    LOVE,WHITNEY (2001)

    THE ULTIMATE COLLECTION (2007)(1,5+ milioni di copie)

    Soundtracks:

    THE BODYGUARD (1992) (44+ milioni di copie)

    WAITING TO EXHALE (1995) (17+ milioni di copie)

    THE PREACHER’S WIFE (1996) (6+ milioni di copie)

    QUI RIPORTERO’ 15 FRA I SUOI PEZZI ,COI RELATIVI VIDEOCLIP,TRA I PIU SIGNIFICATIVI DELLA CARRIERA DI WHITNEY HOUSTON:

    Yours,

    Ginger.<3

     
    • Nelly Kim Furtado 6:16 pm on March 28, 2012 Permalink | Reply

      Ciao ma come fai ad attribuire problemi personali ai soldi,se poco informato o informata sulla situazione.Allora era il marito che la drogava,è entrata nel tunnel cosi e poi suo marito la sfruttava e la picchiava come fai a dire certe cose.

      • gingerpresident 10:28 pm on March 28, 2012 Permalink | Reply

        NON ERA IL MARITO CHE LA DROGAVA,MA COSA STAI DICENDO?O.O SICURAMENTE I SUOI PROBLEMI SONO INIZIATI A CAUSA DI BOBBY BROWN,MA IL PROSEGUIMENTO DELLA STORIA ,PURTROPPO,è TUTTO AVVENUTO X SCELTA DELLA STESSA WHITNEY,CHE NON HA SAPUTO PIU RIPRENDERE LA SUA VITA IN MANO,NONOSTANTE L’AIUTO E LA DISINTOSSICAZIONE. OVVIAMENTE NON SONO DI FAMIGLIA E HO SCRITTO UN POST CON DELLE MIE OPINIONI RIGUARDO L’ACCADUTO,MA NON SONO NEANCHE TOTALMENTE IGNARO DELLE SUE VICENDE,ALTRIMENTI NON AVREI SCRITTO QUESTO POST! E,COMUNQUE,NEL MIO POST C’è SCRITTO ANCHE DEGLI ABUSI CHE RICEVEVA. LEGGI BENE PRIMA DI COMMENTARE,GRAZIE.

  • gingerpresident 7:42 pm on October 28, 2011 Permalink | Reply
    Tags: ABUSE, ALCOHOL, , AMY DEAD, , , , , , OFFICIAL DEATH,   

    DICHIARATA LA CAUSA UFFICIALE DELLA MORTE DI AMY WINEHOUSE: “ACCIDENTALE” 

    A prescindere da tutta la droga presa negli ultimi anni, in continuo circolo nel suo corpo,a quanto pare Amy Winehouse è stata uccisa dall’alcool,il suo più grande nemico. Questo è il responso ufficiale.

     

    La dottoressa Christina Romete,che ha curato la donna negli ultimi 4 anni della vita della cantante deceduta lo scorso 23 luglio,ha assicurato che la Winehouse non aveva in alcun modo intenzione di suicidarsi e che,nonostante avesse ricominciato a bere e a cadere giù verso il baratro,non ha mai avuto impressione che  volesse farlo. 

    La  Romete confessa che la Winehouse aveva progetti,parlava d’impegni futuri,di musica,del suo 28^compleanno e di tutte le sue aspettative per il futuro.

    Al momento della morte son stati ritrovati 415 mg di alcool nel sangue di Amy e pensate che il limite legale americano di alcool nel sangue è pari a 80 mg!!! Questo dato è ben oltre 4 volte il limite accettabile, quindi è più che normale che il suo corpo abbia ceduto e sia stato sopraffatto da tutto questo abuso di sostanze.

    A mio avviso,la dichiarazione di morte accidentale è un pochino “forzata”,intenta giusto a salvare la figura postuma della cantante.Credo che sia più che chiaro a tutti gli aventi cervello,e a tutti quelli che hanno  conosciuto un minimo i fatti riguardanti la vita della cantante negli ultimi anni,che ritrovare ben tre bottiglie di vodka accanto al cadavere di una donna accompagnate da un sacco di ecstasy ketamina e cocaina,non si possa certo definire una casualità o un”incidente” ma , bensì, un atto coscienziosamente consapevole di una possibile conseguenza fatale.

    Non siamo sicuri se la Winehouse conoscesse o meno i livelli alcoolici e la quantita’ di alcool che avrebbe potuto o no ucciderla,ma credo che possiamo tutti affermare che avesse  un’intelligenza e che ci arrivasse da sola a capire che quel mix “fatale” avesse quel nome proprio perchè,alla fine,fatale lo era davvero.

    Considerazioni personali a parte,ho riportato la notizia perchè ne ho parlato in passato (in quello che è stato il blog più cliccato nella storia del mio blog ,E CHISSA’ PERCHè aggiungerei) e perchè ,in tutta onesta’, vi sconsiglio ancora una volta di dar troppa fiducia a quello che sentite in giro o che i media e le istituzioni vi propinano.

    Non possiamo affermare che la Winehouse fosse una suicida,ma non si puo’ neanche affermare che fosse totalmente ignara di cio’che a cui stava andando incontro, tutt’altro,quindi l’unica cosa che è “accidentale” nella sua morte è questa ridicola dichiarazione autoptica.

    Passo e chiudo e,once more,riposa in pace Amy.

    Yours,

    Ginger.♥

     
  • gingerpresident 8:51 pm on July 27, 2011 Permalink | Reply
    Tags: 2003, 2006, , ALCOHOL, , , , , , FUCK ME PIMPS, JUST FRIENDS, , MITCH WINEHOUSE, REHAB, STRONGER THAN ME, TAKE THE BOX, TEARS DRY ON THEIR OWN, VALERIE, YOU KNOW I'M NO GOOD, YOU SENT ME FLYING   

    RETROSPECTIVE: GOODBYE,AMY WINEHOUSE 

    Tutti ormai sanno che la grande cantante Amy Winehouse,forse la rivelazione più interessante di tutti gli anni 2000,è morta il 23 luglio scorso al seguito di un mix letale tra varie droghe ed alcool.

    Tutta la giovane vita di Amy è sempre stata controllata dalle sue debolezze e dalla sua fragilità che l’han portata a far eccesso di sostanze di ogni tipo (in particolare crack) e dell’alcool,in particolare di quest’ultimo. Spesso ha dato pessimo spettacolo di sè non riuscendo ad esibirsi,cadendo e scivolando sul palco e non ricordando parti delle sue stesse canzoni perchè troppo annebbiata e non lucida. É stata spesso ritratta col viso segnato, marcato ed irriconoscibile,ha dato parecchie interviste nelle quali non riusciva  a spiegarsi,a parlare chiaramente e a dare una sua visione sul mondo musicale attuale. É stata un piccolo grande disastro su tutta la linea,per molti,eppure questa donna completamente devastata, probabilmente era già morta ancora prima di morire fisicamente,è riuscita a regalarci canzoni indimenticabili,diventando una superstar e riportando la musica soul a dei livelli incredibili,specie per un decennio dove i ritmi club hanno contagiato,praticamente,qualsiasi settore musicale.

    La sua vita sregolata e le sue sofferenze d’amore,la sua difficoltà a risalire e a curarsi dagli abusi di alcool e droga,son sempre stati al centro dei suoi testi autobiografici e della stampa di tutto il mondo.La sua musica è sempre stata influenzata da quei 60s che cosi amava ed il suo look e trucco inconfondibile è tratto dalle band femminili sempre dei ’60s,in particolare dalle Ronettes, ed è tutto questo che ha consolidato il personaggio e la persona,più che mai uniti in un tutt’uno,di Amy Winehouse.

    Col primo disco “Frank”,del 2003,Amy si presenta col suo talento e i suoi testi”franchi”, per l’appunto,ma non ancora cosi crudi,profondi,taglienti, struggenti ed incredibilmente veri come quelli contenuti nel suo secondo disco,il capolavoro contemporaneo premiato da ben 5 Grammy Awards, “Back To Black”,del 2006,che ha venduto circa 11 milioni di copie!!!

    Tutti i suoi brani ora ci appaiono come piccole profezie,un’autodistruzione annunciata che non ha avuto mai un vero e proprio stop con possibilità di recupero.I dottori che la visitarano nel 2008 avevano avvertito la cantante e la famiglia,e avevano ben chiarito che se lei non avesse cambiato stile di vita sarebbe sicuramente morta nel giro di qualche anno,perchè la sua scarsa funzionalità polmonare(del circa 70%) non avrebbe potuto reggere a lungo quei ritmi terrificanti e cosi il suo intero organismo.

    Pur non essendo mai stato un suo vero fan,piu che altro mi limitavo a stimare la sua  voce e qualcuno dei suoi brani più famosi,questa vicenda mi ha toccato molto profondamente.

    Non penso soltanto ad Amy come singolo individuo e come superstar stroncata a soli 27 anni,entrata a far parte del famigerato”27 club” (pare che tutti i piu grandi rockers del passato controversi siano morti inspiegabilmente a quell’età),ma bensì al lato più umano e alla terribile sincerità con la quale la Winehouse si è affacciata sul panorama musicale,svelando ogni suo più piccolo turbamento nelle sue poche,ma decisamente consistenti e rappresentative,canzoni.

    Penso ad ogni sua singola verità e grido d’aiuto scritti nelle canzoni,e fra le righe,e provo tanta “pena” (passatemi il termine) per una giovane donna che non ha saputo rimanere abbastanza lucida per capire che c’era tantissima gente disposta a tenderle una mano e ad aiutarla e avrebbe potuto recuperare la sua vita e,perchè no,con i soldi e la musica avrebbe potuto trovare nuovi stimoli,nuovi amori e chissa’cos’altro,insomma,altre ragioni per non buttare via tutto.

    Penso a questa tragedia dell’assenza di una rivincita,penso a quanto sia sciocco rovinarsi la vita quando si ha un talento cosi grande e quando si ha la chance di essere e dare un esempio musicale e di riscatto personale.

    Penso a tutta quella gente che ignora le vicende di chi muore per droga o per l’abuso incontrollato dell’alcool,penso a tutti quei ragazzi che se possono evitare di sballarsi scelgono la via dell’apparire piu”cool” esagerando e non badando a conseguenze. Oppure penso a quelli che ritengono che questi metodi temporanei d’alterazione delle emozioni e della personalità siano la soluzione ad un dolore che,come avete potuto notare tramite la vicenda della Winehouse e di altri grandi della musica,non se ne va,anzi,rimane lì a corrodere l’anima di chi sta tentando di lottare in tutti i modi possibili,ma dalla parte sbagliata.


    QUI PUBBLICHERO’ TUTTE QUELLE FOTO DI AMY UN PO’ PIU SCANDALOSE,QUELLE CHE MOSTRANO GLI EFFETTI DELLA SUA UBRIACHEZZA E DEL SUO COSTANTE STATO ALTERATO E FUORI CONTROLLO. LA MIA DECISIONE DI PUBBLICARE QUESTE FOTO è INTENTA A SCUOTERE UN PO’ LE SENSIBILITA’ DI CHI ABUSA DI SOSTANZE STUPEFACENTI CON TANTA LEGGEREZZA,E SPERO POSSA RIMANERE ALMENO UN PO’ IMPRESSIONATO DA COME UNO SI PUO’ RIDURRE PRIMA ANCORA DI GIUNGERE AI 30 ANNI DI VITA,ANCHE SE IL SOGGETTO è RICCO E FAMOSO.

    Qui sopra Amy a quello che sarà poi l’ultimo concerto della sua vita,a Belgrado,nel giugno 2011. Davanti ad una folla di 20,000 fans la cantante è troppo ubriaca e fatta di crack,o altro,per stare in piedi,reggere il microfono e cantare le sue canzoni.

    Ed infine…


    Adesso vi lascio alla sua musica e spero che ora,come dice la sua canzone, “le sue lacrime si saranno asciugate da sole” e potra’ riposare in pace. Nonostante tutto,in una mare di eccessi e di totale assenza di volontà e razionalità,e magari anche di voglia di vivere,questa giovane donna ci ha comunque regalato musica che,probabilmente,sia per la sua triste storia che per il suo fascino,ci accompagnerà per molti anni ancora,e chissà che poi non venga pubblicato del materiale postumo,quello su cui Amy stava lavorando ormai da oltre due anni.

    DISCOGRAFIA:

    FRANK (2003) UK #13;ITA #;US #61 (1,5+ milioni di copie)

    BACK TO BLACK (2006) UK #1;ITA #;US #2 (11+ milioni di copie)

    SINGOLI & VIDEO:

    STRONGER THAN ME (2003) UK #71


    TAKE THE BOX (2004) UK #57

    IN MY BED (2004) UK #57

    YOU SENT ME FLYING (2004) UK #60

    (No official video)

    FUCK ME PUMPS (2004) UK #60

    HELP YOURSELF (2004) UK #67

    (No official video)

    REHAB (2006) UK #7;USA #9

    YOU KNOW I’M NO GOOD (2007)UK #18;USA#77

    BACK TO BLACK (2007) UK #25

    TEARS DRY ON THEIR OWN (2007) UK #16

    LOVE IS A LOSING GAME (2007) UK #46

    VALERIE (with MARK RONSON) (2007) UK #2

    [

    B BOY BABY (with MUTYA BUENA) (2007) UK #73

    JUST FRIENDS (2008)

    Yours,

    Ginger.♥

     

     

     

     

    —BUY MY BOOK HERE/COMPRA IL MIO LIBRO QUI**  http://www.statale11.it/libri&idlibro=194  **—

     
    • Jody 8:23 am on July 28, 2011 Permalink | Reply

      Bellissimo questo post, diciamo che è molto raro trovare un servizio con foto indedite e comunque anche un po di lessico in piu. Bellissimo 😀

    • Mirko Viola 7:13 am on August 1, 2011 Permalink | Reply

      una giudea tossica in meno… anche il diavolo le sputerà in faccia.

      • gingerpresident 5:07 pm on August 4, 2011 Permalink | Reply

        IO NON CONDIVIDO AFFATTO IL SUO MODO DI VIVERE E QUANT’ALTRO,PERO’ ANCHE PARLAR COSI DI UNA PERSONA CHE CMQ è MORTA E NN è CHE HA FATTO PROPRIO TUTTO SBAGLIATO NELLA SUA VITA NON è NEANCHE CORRETTO E RISPETTOSO.

    • sara 10:06 am on August 18, 2011 Permalink | Reply

      Giudea? usato come un insulto razziale fa schifo è vergognoso. Razzista, insensibile e gretto, vergognati.

    • KATIA 2:18 pm on October 11, 2011 Permalink | Reply

      Nn condivido la sua vita personale. Ma ascoltare i suoi cd è favoloso, la sua voce e la sua musica sono favolose. Anche Maradona è stato un tossico ma è la storia del calcio. E lo sappiamo tutti. Lei drogata ma sapeva fare il suo mestiere molto piu di altre cantanti osannate per essere strafighe cool ma cn cd tutti uguali di canzoni computerizzate. AMY SEMPRE NELLE MIE CUFFIE =) complimentoni per il post.

      • gingerpresident 3:06 pm on October 11, 2011 Permalink | Reply

        L’UNICA COSA CHE MI PREOCCUPA è CHE FACESSE QUESTO MESTIERE MEGLIO DI ALTRI PROPRIO PERCHè DROGATA. SI SA CHE LE SOSTANZE STUPEFACENTI ANCHE TRA GLI ANTICHI LETTERATI DAVANO VITA AD UNA SERIE D’INTUIZIONI E GENI CREATIVI ,QUINDI NON VORREI CHE PARTE DEL TALENTO FOSSE PROPRIO LEGATO ALLA SUA DIPENDENZA. DETTO QUESTO LA MUSICA DELLA WINEHOUSE è DEGNA DI ESSERE CHIAMATA TALE E RIMARRA’ NELLA STORIA PER QUELLO CHE HA DATO DI Sè,IL 100%,ALL’INDUSTRIA MUSICALE 🙂 GRAZIE PER IL COMPLIMENTO SUL POST!

c
Compose new post
j
Next post/Next comment
k
Previous post/Previous comment
r
Reply
e
Edit
o
Show/Hide comments
t
Go to top
l
Go to login
h
Show/Hide help
shift + esc
Cancel