Tagged: popstar Toggle Comment Threads | Keyboard Shortcuts

  • gingerpresident 4:58 am on March 16, 2014 Permalink | Reply
    Tags: , , , ARTE LADY GAGA, ARTE VS LADY GAGA, , AUSTIN, , DO WHAT U WANT, , , LADY GAGA 2014 PICS, LADY GAGA ART, , , LADY GAGA ARTPOP FAN ART, LADY GAGA ARTPOP PROMO, , , LADY GAGA DISCOGRAPHY, LADY GAGA JUST DANCE, LADY GAGA SXSW FESTIVAL, , , , LUCIO FONTANA, PAWS UP, PERSONAGGIO, , , popstar, PROMO, SPEECH, STEFANI GERMANOTTA, TELA SQUARCIATA, TELA SQUARCIATA LUCIO FONTANA, , , VENUS   

    THE TRUTH ABOUT POP [N.3] : LA VERITA’ DIETRO IL CONCETTO DI “ARTPOP” DI LADY GAGA (CHE SI è FATTA VOMITARE ADDOSSO IN UN CONCERTO) 

    the-truth-about-love

     

    In “THE TRUTH ABOUT POP” uno sguardo CRUDO attraverso le novità più fresche del pop world più di rilievo. Nuovi video che fanno discutere, testi di canzoni dubbi, successi inspiegabili ed insuccessi inspiegabili, flop annunciati e flop veritieri e flop che non dovrebbero essere flop. La colonna dove esprimerò, SENZA CENSURA, il mio punto di vista.

     

    Lady Gaga può piacere o non piacere , ma è sicuramente la più grande popstar ( nuova leva ) dell’ultima decade.

    Ha debuttato nel 2008 con un brano dance dal gustro retrò , “Just Dance” , e un album in linea con quel brano , “The Fame” , e ( assieme alla sua ristampa “The Fame Monster” – 8 brani in più -) ha venduto oltre 15 milioni di copie nel mondo. Già da allora tutti avevamo capito che eravamo di fronte ad una nuova popstar che avrebbe lasciato il segno. E non si parla di un segno lasciato dal “solo” numero di dischi venduti , ma dall’ “Aura” ( tra l’altro titolo di uno dei suoi ultimi brani ) che le sta attorno , da tutto il suo background. Abiti, modo di parlare, testi e modo di scrivere, sound, produzione , lotta per i diritti umani. Tutto.

    Nel Novembre 2013 , dopo oltre due anni dal secondo disco ( “Born This Way” , oltre 6.5 milioni di copie vendute ) , esce “ARTPOP” , probabilmente l’album più atteso e chiacchierato del 2013. Il FATTACCIO – GAGA.

    LADYGAGA-ARTPOP

    Il disco nasce e arriva già pieno di pregiudizi . Una cantante del suo calibro e del suo estro , della sua peculiarità , “che cosa potrà mai ancora inventarsi?”. Sin da subito i critici e molti ex ammiratori della cantante hanno iniziato a chiedersi se non stesse perdendo colpi ( parte del Born this Way Ball tour è stata cancellata per problemi fisici in seguito a un infortunio  e la stessa uscita di ARTPOP è slittata di qualche mese , sempre per problemi vari) . Essi si sono anche chiesti se questo titolo autocelebrativo e autoreferente “ARTPOP” ( gioco di parole con POP ART ) non fosse una sfida un po’ troppo rischiosa per un’artista che , dopo tutto, è nell’Olimpo della pop music da “soli” 5 anni. Per altri , invece, le domande sono state affermazioni : “Lady Gaga chi si crede di essere?” – “Lady Gaga fa canzonette e pretende di fare ARTE?”.

    Insomma , “ARTPOP” ha portato con sé un mare di polemiche che certo non sono terminate alla sua uscita. Il disco arriva comunque al #1 nei principali market mondiali ( UK, USA ecc ) e in 4 mesi dalla sua uscita ha comunque superato le 2,3 milioni di copie vendute ( che sono un GRAN NUMERO per la discografia moderna ) ; ma per le principali testate e la gente che la seguiva o gli haters il disco è stato comunque etichettato come  FLOP.

    Senza andare ad addentrarsi nell’analisi delle sue vendite discografiche, dei singoli e di cazzi e mazzi , parliamo di “ARTPOP” e di cosa , veramente, Lady Gaga volesse dirci con questo disco.

    La selezione di pezzi scelti per la sua composizione è decisamente audace , variegata , dal sound millimetricamente curato e con testi degni di questo nome , ma la promozione è stata alquanto una merda. Il fatto di aver avuto numerosi problemi ( anche ) in questo frangente di certo non ha aiutato le polemiche continue sulla fattura e il tema centrale dell’album , e soprattutto sul valore di questo neologismo Gaghiano ( ARTPOP , appunto ). Gaga, vero nome Stefani Germanotta, tanto per annoverarne un paio, ha annunciato video che non si sono mai visti de striscio ( “Venus” , “Do What U Want” … ALMENO…Entrambi saltati ) e al recentissimo “SXSW Festival” ad Austin SI è anche FATTA VOMITARE ADDOSSO in una performance art , cosi definita da lei (sia in tono serio che , più tardi, autoironico). I video saltano perché l’etichetta discografica dà troppo poco tempo per la loro realizzazione e Gaga non intende forzare la sua creatività e preferisce annullarli e si fa vomitare addosso perché ogni atto spontaneo o di pura ribellione è da applaudire e da ricercare ; nella fattispecie il vomito è un vomitare rabbia , sentimenti contrastanti ,  libertà.

    Questa è Lady Gaga. Una perfezionista un po’ fatta che preferisce vendere meno copie non realizzando videoclip ( che si sa quanto alzino le vendite dei singoli e dei dischi ) e che , invece, nei Festival si scatena come una pazza scatenata , sporca di vomito semi-glitter di protesta contro l’ INDUSTRIA POP MUSIC , e chiede alla gente di fare meno foto/meno video coi propri cellulari e di godersi di più il momento , che quando saranno morti a nessuno importerà di cos’hanno twittato , ma cosa ricorderanno , l’emozione della musica e di un evento a cui hanno partecipato , le persone che hanno amato o che hanno avuto al loro fianco in quel momento.

    “ARTPOP” , come recita la title track , “could mean anything” potrebbe non essere nulla nella mente di chi non ha una sua idea di arte personale e non ricavata dal sapere comune , una propria personalità o , semplicemente, le facoltà per apprezzare un atto libero ed anche anti-democratico ; ma più di tutti è la celebrazione della creatività intesa essa stessa come “ARTE” , a prescindere dal fatto che il risultato sia percepito come artistico o cagata epica.

    “ARTPOP” (il concetto , più che l’album in sè ) è la versione musicale della famigerata “tela squarciata” di Lucio Fontana : chi và al di là dello squarcio fisico sulla tela arriva a pensare a tutto quello che ci può/potrebbe essere alla base del concetto che ha spinto l’artista a consegnare un quadro del genere e definirlo ARTE . Nello stesso modo l’ascoltatore di Lady Gaga , non solo delle sue canzoni ma anche dei suoi speech pubblici nelle interviste o fra un pezzo e l’altro nei suoi concerti , prende questo set di 15 pezzi ( notevoli ) e li fa propri cercando di risalire alla loro vera essenza.

    Chi vuole farlo può sicuramente cogliere il fascino di questo squarcio nella pop music , chi non è ben disposto continuerà ad osservare Lady Gaga e la sua ARTPOP come un macellaio osserva un obeso drogato di anfetamine che gli punta una pistola in faccia e pretende tutti gli affettati del suo negozio.

    Io sono tra i fan degli squarci della vita , dei momenti di rottura, delle cesure , dei tentativi di uscire dal classico e osare. Che sia atto di “personaggio inventato” , atto completamente spontaneo , arte del niente o una vomitata metaforica , il plauso per me va allo spirito di creazione e allo sforzo d’individualità , in un mondo dove è invece la POP ART , delle figure in serie e del copiarsi a vicenda , a regnare indisturbata.

    PS: SAPPIATE CHE IL 22 MARZO USCIRA’ IL SUO NUOVO , ATTESISSIMO, VIDEOCLIP. FINALMENTE.

    Ora datemi la vostra opinione

    —————————————————————————————————————————-
    STA PER DEBUTTARE UN NUOVO PROGRAMMA SUL WEB …
    T'ASK LOGO
     PER NON PERDERTI LA PRIMA PUNTATA E GLI AGGIORNAMENTI:

    Yours,

    Ginger ❤

     
     
  • gingerpresident 1:43 am on January 31, 2013 Permalink | Reply
    Tags: ADVICE, ASHLEE, ASHLEE SIMPSON, ASHLEE SIMPSON 2012, ASHLEE SIMPSON 2013, ASHLEE SIMPSON AUTOBIOGRAPHY, ASHLEE SIMPSON BAT FOR A HEART, ASHLEE SIMPSON BAT FOR A HEART VIDEO, ASHLEE SIMPSON FOURTH ALBUM, ASHLEE SIMPSON PICS, ASHLEE SIMPSON REVIEW, BAT FOR A HEART REVIEW, BITTERSWEET WORLD, , , , , I AM ME, , INTERESTING, LINDA PERRY, , , , , popstar, , , , SIMPSON, SONG OF THE MUSIC   

    SONG OF THE WEEK: ASHLEE SIMPSON “Bat for a Heart” [Numero 53] 

    Cinquantatreesimo ”numero” della mia nuova rubrica SONG OF THE WEEK, consigli personali sui nuovi pezzi che ritengo interessanti o,quanto meno,degni di nota rispetto ad altri nel mondo del mainstream musicale. Non tutto il commerciale è da buttare,e spero che con questa rubrica lo possa dimostrare.

    *ABOUT*

    ITALIAN:

    Per questa settimana ho scelto il singolo del ritorno di una popstar che ha avuto una particolare carriera, con un’interessante progressione di stile, da un pop rock commerciale ad un pop sempre più curato ed influenzato da beats di svariata ispirazione, specie 80s e in generale indie.

    Ashlee-Simpson-at-the-2012-SAG-Awards-4-435x580

    Sto parlando di Ashlee Simpson, tanto criticata all’inizio ma che ha dimostrato sempre più impegno nella sua crescita artistica e, allo stesso tempo, l’innovazione del suo sound e il miglioramento della suo timbro vocale, graffiato ed intenso, decisamente peculiare.

    Ashlee torna nel mondo musicale dopo l’insuccesso del suo terzo cd “Bittersweet World”, uscito a metà del 2008, con “Bat for  a Heart”, un pezzo indie electro soft decisamente di gran classe, scritto a quattro mani con la grande Linda Perry, che ha lavorato con gente del calibro di P!nk e Christina Aguilera, fra gli altri. 

    Ashlee-Simpson-Bat-for-a-Heart-2012-1400x1400

    “Bat for a Heart” è la capostipite del nuovo sound della Simpson, descritto come sia soul che elettronico, in un mix interessante ovviamente di base pop, e il videoclip ufficiale è molto sexy, profondo, introspettivo ed il tutto è amplificato da un’ottima fotografia e il bianco e nero che regna su tutto.

    Ashlee-Simpson-Bat-For-A-Heart-600-400 ashlee-simpson_1612069a

    ashlee-simpson--bat-for-a-heart- Ashlee-Simpson-Bat-For-A-Heart-500x375

    Non ci sono ancora notizie sul processo dell’album, il quarto di studio, né sull’etichetta che lo pubblicherà ma spero tanto che arrivi il prima possibile, perché ogni disco di Ashlee è sempre una sorpresa, una piacevole sorpresa.

    18th Annual Screen Actors Guild Awards - Arrivals

    ENGLISH:

    For this “Song of the Week” i’ve chosen the comeback single of a popstar that has a particular carreer, with an interesting progression of music style, from a generic and catchy pop rock to a more mature one, influenced by beats of various styles, especially electro rock, 80s indie dance and rock.

    I’m talking about Ashlee Simpson, much criticised at the beginning of her carreer but she has demonstrated how much she has grown up artistically and vocally, with her recognizable voice.

    Ashlee gets back in the music world 4 years after the flop of her third set “Bittersweet World”, with “Bat for  a Heart”,  indie electro soft tune, written in four hands with great Linda Perry, who worked before with such popstars as  P!nk and Christina Aguilera. 

    “Bat for a Heart” is the first step of Simpson’s new musical aventure and new sould, described as soulful and a bit electronic, an interesting mix in a pop tune, and the official videoclip is very sexy, deep and introspective and it’s all amplified by the wonderful photography and the black and white that reigns on everything.

    There aren’t any news on the process of the album, the fourth, neither about the label who will release the album but i just hope it will be out as soon as possible, because every new Ashlee’s album is a surprise, a pleasant surprise.

    Ashlee-Simpson-Short-Summer-Hairstyles-2012

    *TESTO*

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    I’m out of my mind running towards danger
    The lights on the street are blinding my way
    I can feel you, watching over
    I know you want it now, want it now, want it now
    I know you want it now, want it now, want it now

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    The dark in the sky, the wind in my air
    A bat for a heart sucking up me
    Can you feel me, watching over
    I know you want it now, want it now, want it now
    I know you want it now, want it now, want it now

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    [Instrumental]

    My hands are stained from my dirty black hair
    My heart is cursed cause you were never there
    Another crime that you left behind
    Im just a name that fear of the time

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head
    I’m gonna bang bang, love you up
    Twist you out inside of my head

    *OFFICIAL VIDEO*

    ——————————————————————————————————————————
    NON PERDETEVI LA DIVERTENTE WEB COMEDY  “PALAZZO NUOVO 10124” !
    20190_4922513271559_1626995429_n
    PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124

    http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124

    http://twitter.com/#!/PN10124

    — E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE:

    http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours,

    Ginger ❤

     
  • gingerpresident 1:22 am on December 21, 2012 Permalink | Reply
    Tags: GREAT, MADONNA CURIOSITY, MADONNA MDNA ALBUM COVER, MADONNA MDNA POSTER, MADONNA MDNA TOUR, MADONNA PICS, MADONNA STICKY & SWEET POSTER, MADONNA WOMAN OF 2012, , MDNA TOP TOUR 2012, MDNA TOUR TICKETS SOLD, MUSIC TOUR 2012, popstar, TOP TOURS 2012,   

    “MDNA TOUR” DI MADONNA è IL CAMPIONE D’INCASSI DEL 2012 

    Anche quest’anno il nuovo tour di Madonna ha raccolto i frutti che ha seminato.

    Madonna_World_Tour_2012_poster

    Non è stato il tour più lucroso di tutti i tempi, come lo scorso “Sticky & Sweet” del 2009, ma “MDNA Tour”, coi suoi 228 milioni di dollari incassati non puo’ di certo lamentarsi, battendo di circa 30 milioni di dollari il secondo classificato, ossia il leggendario Bruce Springsteen e la E Street Band, che seguono, a quota 199 milioni di dollari incassati.

    Sticky_&_Sweet_Tour_Poster

    Nel fronte “tour” si nota una forte tendenza contraria rispetto alla vendita di dischi. Se Justin Bieber, Taylor Swift e simili idoli dei teenagers di tutto il mondo non hanno rivali su Youtube e in classifica, tra i tour devono stare a guardare, e anche chinando parecchio il capo, chi è nella discografia da decenni.

    Intanto, tornando a Madonna, ha gia annunciato che, alla fine di questo tour, prevista per il 22 dicembre a Cordoba, la regina del pop tornerà già in studio per la realizzazione del suo 13^ album di studio.

    ——————————————————————————————————————————
    NON PERDETEVI UNA NUOVA WEB COMEDY MOLTO DIVERTENTE! “PALAZZO NUOVO 10124” . PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124

    http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124

    http://twitter.com/#!/PN10124

    — E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE:

    http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours

    Ginger ❤

     
  • gingerpresident 7:11 pm on September 17, 2012 Permalink | Reply
    Tags: , anything could happen, could, dreamy, , ellie, , , goulding, halcyon, happen, , , , popstar, , , , your song,   

    SONG OF THE WEEK: [Numero 34] 

    Trentaquattresimo ”numero” della mia nuova rubrica SONG OF THE WEEK, consigli personali sui nuovi pezzi che ritengo interessanti o,quanto meno,degni di nota rispetto ad altri nel mondo del mainstream musicale. Non tutto il commerciale è da buttare,e spero che con questa rubrica lo possa dimostrare.

    *ABOUT*

    “Anything Could Happen” è il primo singolo che anticipa l’uscita del secondo album di Ellie Goulding, “Halcyon” (in uscita l’8 ottobre),cantautrice inglese è venuta al successo col suo primo album “Lights”, in particolare con la cover di “Your Song” di Elton John (#2 UK) e con “Lights”,che è attualmente nella top 10 americana (ma ha raggiunto la posizione #2 e ha venduto 3 milioni di copie solo in USA!).

    Ellie Goulding è una delle cantanti giovani piu interessanti degli ultimi anni a mio avviso, sia per la sua eterea voce un po’ blues ma anche pop,e sia per il suo sound che sta fra l’elettronica ed il pop ma in una dimensione”ambient” e”dreamy”, quasi come se fosse musica per”astronauti”, che da un senso di un fluttuare continuo nell’aria.

    “Anything Could Happen” è una storia, una fiaba cruda ma dolcissima, una guerra abbracciata da una pace, una possibile tragedia come un possibile epilogo vincente. Come recita il titolo stesso del pezzo, dopo tutto, “Qualsiasi cosa può capitare” e nella musica di Ellie Goulding è cosi, tutto è sospeso e quasi a rallentatore, ma assolutamente non noioso,anzi.

    Il video rispecchia a pieno questa magia ma anche questa forte sensazione di pericolo,di tragedia e di incerto che grava sull’umano. La Goulding sfoggia anche il suo nuovo look dal colore di capelli rosa pallido che,personalmente,trovo meraviglioso e credo le doni moltissimo.

    Super consigliata da ogni punto di vista.

    *IL  TESTO*

    Stripped to the waist
    We fall into the river
    Cover your eyes
    So you don’t know the secret
    I’ve been trying to hide
    We held our breath
    To see our names are written
    On the wreck of ’86
    That was the year
    I knew the panic was over

    Yes since we found out
    Since we found out
    That anything could happen
    Anything could happen(x5)
    Anything could

    After the war we said we’d fight together
    I guess we thought that’s just what humans do
    Letting darkness grow
    If we need it’s palette and we need it’s colour
    But now I’ve seen it through
    And now I know the truth

    That anything could happen
    Anything could happen(x5)
    Anything could

    Baby, I’ll give you everything you need
    I’ll give you everything you need, oh
    I’ll give you everything you need
    But I don’t think I need you

    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be
    I know it’s gonna be

    But I don’t think I need you
    But I don’t think I need you
    But I don’t think I need you

    *IL VIDEO*

     

    —  NON PERDETEVI UNA NUOVA WEB COMEDY MOLTO DIVERTENTE! “PALAZZO NUOVO 10124”. PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124

    http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124

    http://twitter.com/#!/PN10124

    — E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE:

    http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours,

    Ginger ❤

     
c
Compose new post
j
Next post/Next comment
k
Previous post/Previous comment
r
Reply
e
Edit
o
Show/Hide comments
t
Go to top
l
Go to login
h
Show/Hide help
shift + esc
Cancel
%d bloggers like this: