Tagged: RUSSIA Toggle Comment Threads | Keyboard Shortcuts

  • gingerpresident 4:08 am on November 18, 2014 Permalink | Reply
    Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , LENA KATINA, LENA KATINA EX TATU, LENA KATINA LIFT ME UOP, LENA KATINA LIFT ME UP, LENA KATINA NEVER FORGET, LENA KATINA THIS IS WHO I AM, LENA KATINA THIS IS WHO I AM COVER, LENA KATINA WHO I AM, , , , , , , , , RUSSIA, RUSSIAN SINGERS, , , , , , , TATU, , , , , , YULIA VOLKOVA   

    LENA KATINA (EX TATU) : NEI NEGOZI IL SUO ALBUM DI DEBUTTO “THIS IS WHO I AM” 

    Dopo la fallita reunion delle T.A.T.U. (e il cestinato progetto “The Reinvention”) , per irrimediabili differenze lavorative con la sua ex amica-band member (e come non capire la povera Lena, dato che la sua ex compagna di gruppo, Yulia Volkova, è una vera stronza e ultimamente pare anche omofoba verso i gay- non verso le lesbiche pare-) ,  la Katina non ha smesso di lavorare a progetti solisti.

    Dopo molto lavoro, Lena è pronta per presentarci il suo primo lavoro solista “This Is Who i Am” (titolo non molto originale direi, per non dire noioso, ma bella cover).

    Il disco, in 13 tracce pop rock, è stato presentato nel nostro paese con uno speciale concerto con la sua full band il 14 novembre all’Auditorium Parco della Musica a Roma.

    Il disco contiene i singoli “Never Forget” , “Lift Me Up” e il nuovo, che anticipa l’album, “Who I Am”.

    lk tiwia wia covers final Lena Katina   Who I Am e This Is Who I Am | Copertine primo singolo e album

    Tracklisting

    1. All Around the World
    2. Who I Am
    3. Walking In the Sun
    4. The Beast (Inside You)
    5. Something I Said
    6. Lift Me Up
    7. Fed Up
    8. An Invitation
    9. Just a Day
    10. Wish on a Star
    11. Waiting
    12. Never Forget
    13. Lost in This Dance

    Guarda “Mr AUBERGINE – Videolezioni D’Italiano Per Inglese , il più sclerato tra tutti i professori d’Italia! Un prodotto, #IbridiAtipicI

    IbridiAtipicI per FACEBOOK

     Segui il gruppo creativo su queste pagine:
     
  • gingerpresident 2:59 am on May 12, 2014 Permalink | Reply
    Tags: , , , ANTI HOMOPHOBIA, ARAM MP3, ARMENIA EUROVISION 2014, , AUSTRIA EUROVISION 2014, CARL ESPEN, , , , , , , , , , , EMMELIE DE FOREST, EMMELIE DE FOREST EUROVISION 2014, EMMELIE DE FOREST ONLY TEARDROPS, EMMELIE DE FOREST RAINMAKER, , EUROVISION 2014, , , EUROVISION SONG CONTEST 2014, , , , , , , , GOVERNMENT, , , HUNGARY EUROVISION 2014, , ITALY EUROVISION 2014, , , , , , NORWAY EUROVISION 2014, , , , RACISM, , RISE LIKE A PHOENIX CONCHITA WURST WINS EUROVISION 2014, , RUSSIA, RUTH LORENZO, , SANNA NIELSEN 2014, SANNA NIELSEN 2014ù, SANNA NIELSEN EUROVISION 2014, SANNA NIELSEN UNDO, , , , SPAGNA EUROVISION 2014, THE COMMON LINNETS CALM AFTER THE STORM, THE NETHERLANDS EUROVISION 2014, TOLMACHEVY SISTERS, TOLMACHEVY SISTERS SHINE, , UCRAINA, , UKRAINE EUROVISION 2014   

    EUROVISION SONG CONTEST 2014 : VINCE “RISE LIKE A PHOENIX” DELLA DRAG CONCHITA WURST 

    La scorsa settimana si sono tenute le due semi finali (il 6 e 8 Maggio) dell’Eurovision Song Contest in Danimarca a Copenhagen , la capitale, che hanno poi condotto al grande show di Sabato 10 Maggio.

    La 59esima edizione della manifestazione canora più celebre d’Europa ha incoronato Wurst vincitrice per l’Austria , che non vinceva la competizione dal lontano 1966, e in Italia è andata in onda su Raidue ottenendo oltre 1,7 milioni di telespettatori per l’oltre 8% di share, più o meno in linea ai risultati ottenuti lo scorso anno.

    Il brano vincitore è la power ballad dai sapori 007 James Bond-iani “Rise Like a Phoenix” , perfettamente adatto alla voce e alla personalità curiosa e interessante della drag queen creata da Thomas Neuwirth ( il nome vero di Conchita) , particolarmente ed intelligentemente ricercata con capelli lunghi, ciglia finte , vestito meraviglioso e … BARBA.

    Un look e una trovata che hanno , da subito, mobilitato tutti i meme-makers e spopolano immagini di donne barbute, la stessa inviata austriaca al momento della consegna dei voti dell’Austria si è presentato in Eurovisione con la barba finta, in segno di sostegno a Conchita e alla causa LGBTQI.

    Un mix fra politica, messaggi di tollerenza e umanità e buona musica , perché “Rise Like a Phoenix” è gran musica classic pop , che son sicuro incomincerà a ruotare nelle radio di mezzo mondo e soprattutto sono quasi certo che andrà bene anche da noi in Italia.

    La vittoria di Conchita è uno schiaffo in faccia all’omofobia e razzismo di un paese come la Russia , e al suo ritorno economico grazie alle Olimpiadi invernale a Sochi , che è stato pesantemente fischiato nell’auditorium ad ogni presentazione e votazione delle sorelle gemelle che hanno gareggiato per lo Stato quest’anno.

    Una bellissima canzone  vincitrice che , però non è ovviamente stata il motivo per la quale Conchita ha sconfitto i rivali più temibili , ossia il duo olandese col bellissimo brano country rock “Calm After the Storm” e la svedese Sanna Nielsen con la sua bella ballad “Undo”. 

    Su YouTube il video è già una megahit , con oltre 9 milioni di visualizzazioni, però a discapito dell’ottima pubblicità e dell’apprezzamento del pezzo e della figura di Conchita (il cui nome è un mix fra Conchita=dallo spagnolo “concha” in vezzeggiativo che significa “piccola vagina” e wurst da “wurstel” la tipica salsiccia austriaca , quindi un perfetto riferimento alla transessualità )  a livello di manifestazione , sul tubo i NON MI PIACE superano di molto i MI PIACE , con commenti molto forti e decisamente non incoraggianti verso la tolleranza.

    Per quanto riguarda l’Italia , la nostra Emma Marrone , con la pur buona “La Mia Città” , si è piazzata appena al 21esimo posto fra i 26 finalisti ottenendo poco più di 30 punti complessivi , ma sicuramente nel nostro paese il paese non passerà di certo inosservato.

    EMMA

    Sul finale torna la vincitrice dello scorso anno Emmelie De Forest che ripropone la sua hit “Only Teardrops” e il nuovo “Rainmaker”. Eccovi l’esibizione.

    Qui sotto ecco la top 10 finale di quest’edizione dell’Eurovision. In fondo alla classifica v’invito a votare ad un interessante sondaggio e a commentarlo!

    *

    1- CONCHITA WURST – Rise Like a Phoenix

    AUSTRIA. 290 PUNTI.

    2- THE COMMON LINNETS – Calm After the Storm

    OLANDA. 238 PUNTI.

    3- SANNA NIELSEN – Undo

    SVEZIA. 218 PUNTI.

    4- ARAM MP3 – Not Alone

    ARMENIA. 174 PUNTI.

    5- ANDRAS KALLAY SAUNDERS – Running

    UNGHERIA. 143 PUNTI.

    6- MARIYA YAREMCHUK – Tick Tock

    UCRAINA. 113 PUNTI.

    7- THE TOLMACHEVY SISTERS – Shine

    RUSSIA. 89 PUNTI.

    8- CARL ESPEN – Silent Storm

    NORVEGIA. 88 PUNTI.

    9- BASIM – Cliché Love Song

    DANIMARCA. 74 PUNTI.

    10- RUTH LORENZO – Dancing in the Rain

    SPAGNA. 74 PUNTI.

    *

    Una manifestazione curiosa , divertente e davvero ben fatta, con al primo posto la musica e le esibizioni e tutto il resto in secondo piano ( cosa rara dalle nostre parti ) , che ha visto i soliti abiti e costumi scenici , super curati ed anche trash ma divertenti , esibizioni di ottimo calibro , sia grafico-sceniche che a livello vocale , con canzoni che potremmo goderci da qui in poi.

    *SONDAGGIO*

     


    IL PRIMO TG SOCIAL COMIC DEL WEB!
    T'ASK LOGO
     PER NON PERDERTI LA PRIMA PUNTATA E GLI AGGIORNAMENTI:

    Yours,

    Ginger ❤

     
    • Chiara 2:10 pm on May 12, 2014 Permalink | Reply


      Il vincitore mi sembra la brutta copia di Hedwig, che, ad essere sinceri, aveva delle canzoni molto più fighe e, ad occhio e croce, cantava anche meglio. Onore al vincitore, ma temo che la sua vittoria sia solamente una trovata per dare l’idea di quanto l’Europa sia progressista ed emancipata…

      • gingerpresident 3:21 pm on May 12, 2014 Permalink | Reply

        Si ma , come infatti ho ampiamente espresso nel post, la vittoria di Conchita è lungi dall’essere connessa alla sola canzone ,che comunque non è male. Il problema è la forte differenza che c’è fra l’apprezzamento e i voti al contest e quello che si può vedere su YouTube, che dimostra l’arretratezza, sotto questo punto di vista…anche se io credo che nel caso di Conchita, e lo dico da GAY eh, i dislikes possano essere più legati al fatto di tenersi la barba quanto più d’essere una drag o trans o altro…Ma,come si puo’ immaginare, magari non sarebbe stata notata allo stesso modo senza!

  • gingerpresident 6:30 pm on February 7, 2014 Permalink | Reply
    Tags: ANNA NETREBKO, , BLACK SEA, DENIS MATSUEV, , , , , MAR NERO, NOT GONNA GET US TATU LIVE 2014, , PUTIN AGAINST GAY RIGHTS, RUSSIA, RUSSIA GAY RIGHTS, RUSSIAN, SOCHI 2014, SOCHI 2014 WINTER OLYMPICS, , , T.A.T.U. 2014, T.A.T.U. NOT GONNA GET US, , TATU LIVE 2014, TATU LIVE OLYMPICS, TATU LIVE SOCHI 2014, TATU NOT GONNA GET US LIVE OLYMPICS 2014, TATU NOT GONNA GET US LYRICS, TATU NOT GONNA GET US OFFICIAL VIDEO, TATU NOT GONNA GET US TRADUZIONE, TATU NOT GONNA GET US VIDEO, TATU NOT GONNA GET US WINTER OLYMPICS 2014, TATU REUNION, , WINTER OLYMPICS   

    LE T.A.T.U. APRONO LE OLIMPIADI INVERNALI DI SOCHI 2014 

    Le t.A.T.u. . ufficialmente sciolte nel 2011 , sono apparse piu volte assieme in Reunion casuali post scioglimento che negli ultimi anni d’attivita’del gruppo, a quanto pare!

    Eccole rispuntare ancora una volta , e in una cornice affatto da poco! Il duo russo più famoso della storia della musica pop si esibirà nella cerimonia d’apertura delle Olimpiadi Invernali di Sochi (Russia) oggi, venerdì 7 febbraio accanto al pianista Denis Matsuev e la cantante soprano d’opera Anna Netrebko , che canterà anche l’inno olimpico.

    La partecipazione del duo come diamante di punta dell’apertura dei giochi è stata presa non troppo bene da chi si occupa di diritti di gay/bisessuali/lesbiche e transessuali in quanto le due ragazze erano celebri per fingere rapporti lesbici on stage e solo anni dopo il loro successo ammisero la loro eterosessualità.

    Ad ogni modo i loro pezzi furono d’aiuto alla comunità e sono comunque un ottimo messaggio , in quanto pro gay e amore libero, in un momento nel quale la Russia sta improntando la sua politica contro i gay in modo feroce , di completo boicottaggio. Il brano che eseguiranno è la loro seconda hit più famosa , “Not Gonna Get Us” , pezzo che parla dell’incomprensione della società verso l’omosessualità e l’amore non convenzionale.

    Sotto : video ,testo e testo tradotto.

    Not gonna get us

    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno

    Starting from here, lets make a promise / Iniziando da qui, facciamo una promessa
    you and me, let’s just be honest / tu ed io, saremo oneste
    We are gonna run, nothing can stop us / Scapperemo, niente puo fermarci
    Even the night, that falls all around us / nemmeno la notte che scende su di noi
    Soon there’ll be laughter and voices / presto ci saranno risate e voci
    And the clouds over the mountains / e le nuvole sopra le montagne
    We’ll run away on roads that are empty / Scapperanno via sulle strade vuote
    Lights from the airfield shining above you / Luci dell’aeroporto illuminano sopra di noi
    Nothing can stop us, no no I love you / niente puo fermarci, no no io ti amo
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Nothing can stop us, no no I love you / Niente puo fermarci, no no io ti amo
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    They are not gonna get us (x5) / Loro non ci prenderanno (5x)
    We’ll run away, to everything simple / Scapperemo lontane, verso ogni semplice cosa
    Night will come down our guardian angel / La notte ci porterÀ il nostro angelo custode
    We rush ahead the crossroads are empty / Corriamo davanti agli incroci vuoti
    Our spirits rise they are not gonna get us / I nostri spiriti guida non ci prenderanno
    My love for you always forever / il mio amore per te sempre infinitamente
    Just you and me all else is nothing / Solo tu ed io il resto non importa
    Not going back – not going back there / Non si torna indietro – non si torna indietro
    they don’t understand / Loro non capiscono
    they don’t understand us / Loro non ci capiscono
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno

    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Not gonna get us / Non ci prenderanno
    Nothing can stop us, no no I love you / Niente puo fermarci, no no io ti amo
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno
    Nothing can stop us, no no I love you / Niente puo fermarci, no no io ti amo
    They are not gonna get us / Loro non ci prenderanno

    QUI PER VEDERE L’ESIBIZIONE UFFICIALE:

    http://perezhilton.com/fitperez/2014-02-07-tatu-sochi-opening-ceremony-performance-not-gonna-get-us-video#sthash.nBiPRGEN.dpbs

    —————————————————————————————————————————

    MAI VISTA LA WEB COMEDY  “PALAZZO NUOVO 10124” ? NO? FORSE è IL CASO DI COMINCIARE.
    20190_4922513271559_1626995429_n
    PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124 http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124 http://twitter.com/#!/PN10124

    E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE: http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours,

    Ginger ❤

     

     
  • gingerpresident 7:25 pm on December 14, 2012 Permalink | Reply
    Tags: , BORN THIS WAY BALL TOUR, CIVIL RIGHTS, , , , LADY GAGA ACCUSED, LADY GAGA BORN THIS WAY ALBUM COVER, LADY GAGA DRESSED IN BLACK, LADY GAGA RUSSIA, LADY GAGA SCANDALS, , , LGBT RIGHT, , MADONNA LADY GAGA, MADONNA RUSSIA, MDNA ALBUM COVER, , MOSCA, , , , , RUSSIA, THE MONSTER BALL TOUR, , TRANSEX,   

    LADY GAGA ACCUSATA DI PROMUOVERE I DIRITTI GAY DURANTE IL SUO “BORN THIS WAY BALL” IN RUSSIA 

    Lady Gaga non è da un po’ in vetta alle classifiche di album e singoli, ma sicuramente non smette di mietere successi col suo world tour ,che porta in giro per il mondo il suo ultimo cd “Born this Way” , e soprattutto scandali e accuse di blasfemia varie.

    Born_This_Way

    Questa volta siamo in Russia, a Mosca, dove la cantante italo americana avrebbe infranto la legge durante un suo concerto.

    Lady Gaga avrebbe promosso ,senza mezzi termini, l’omosessualità e quindi i diritti dei gay ai fans minorenni che sono accorsi in massa per andarla a vedere.

    alleato politico del presidente russo Vladimir Putin ha deciso di fare causa alla popstar Americana Lady Gaga per aver promosso illegalmente i diritti dei gay ai minorenni nel corso del suo concerto.

    lady-gaga-a-mosca-5-590x755

    Lady Gaga è stata infatti accusata di aver infranto la legge durante il suo ultimo concerto. Vitaly Milonov, membro del partito Russia Unita, ha affermato che la popstar, nel corso del suo concerto, oltre che occuparsi di musica avrebbe invitato i cittadini di 12 anni a sostenere gli LGBT – lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

    LGBT_500

    Lady Gaga ha affermato che i suoi manager hanno ricevuto una telefonata intimidatoria nella quale si minacciava l’arresto oppure, in alternativa, il pagamento di una multa di 50 mila dollari per il discorso tenuto a favore dei LGBT (ossia la comunità lesbo,gay,bisessuale e transgender).

    lgbt

    Tuttavia, nonostante l’accusa di Vitaly Milonov, membro della Russia Unita, anche i colleghi di partito di Milonov sembrano nutrire dei dubbi circa l’azione legale da lui intrapresa: recentemente infatti il primo ministro Dmitry Medvedev, attualmente capo del partito Russia Unita, ha affermato che non tutte le relazioni umane sono soggette a regolamentazione legale.

    Lady Gaga ha colto l’occasione prontamente, interpretandole più come un segno d’appoggio che di neutralità, e l’ha pertanto ringraziato attraverso il suo profilo Twitter scrivendo questo: “ringrazio il primo ministro Medvedev per non condividere l’atteggiamento anti gay del suo partito e per sostenere me e i miei fan in tutta la Russia.”

    lady-gaga-a-mosca-3

     
    La Russia comunque non è nuova ad accuse di questo genere: nel mese di agosto anche la regina del pop, Madonna, nel paese per il suo “MDNA world tour” era stata accusata di questo stesso “crimine”  (rabbrividisco al solo definirlo come tale, ma purtroppo c’è chi lo considera cosi e non sono pochi) e dietro questo putiferio (avevano addirittura chiesto un risarcimento pari a 10 milioni di dollari, negatogli poi dal tribunale di San Pietroburgo) c’era ancora lui, Milonov.
     
    MadonnaGMAYL Madonna_-_MDNA

    Madonna ha semplicemente commentato quest’azione come “ridicola atrocità“.

    Per chi non ne fosse a conoscenza,in Russia l’omosessualità è stata decriminalizzata nel 1993 ma ancora oggi, purtroppo, ci sono partiti che sono fortemente contrari a questa comunità, affatto ristretta per altro.

    In tutto questo Lady Gaga sembra, ancora una volta, in che modo poi non si sa, seguire le tracce della popstar alla quale è sempre stata paragonata, non solo proponendo generi musicali e temi molto simili, ma andandosi a “cacciare” nei medesimi guai per le posizioni prese (e condivido totalmente). Sicuramente gente come Gaga e Madonna, che potrebbero avere molte motivazioni per fare ciò che fanno al di là dell’ “amore incondizionato per il mondo”, sono un ottimo esempio di come chi è in posizioni di potere debba rischiare  e agire, perché al giorno d’oggi molte persone in posizioni di forza hanno idee fortemente retrograde e potrebbero portare il mondo, quindi, solo verso ad una regressione anziché ad un progresso.

    gay-rights-button

    Quindi, per tutto questo, a prescindere dalle implicazioni o dai motivi, un grosso clap clap per le due popstars.

    ——————————————————————————————————————————
    NON PERDETEVI UNA NUOVA WEB COMEDY MOLTO DIVERTENTE! “PALAZZO NUOVO 10124”. PER CONOSCERE DI PIU AL PROPOSITO,ECCOVI I SITI:   

    http://www.facebook.com/PalazzoNuovo10124

    http://www.youtube.com/user/PalazzoNuovo10124

    http://twitter.com/#!/PN10124

    — E,SE SI VA,AGGIUNGETEMI SU FB! / ADD ME ON MY FACEBOOK PUBLIC PAGE: http://www.facebook.com/pages/GINGER-PRESIDENT/328170316205

    Yours,

    Ginger ❤

     
  • gingerpresident 10:43 pm on June 20, 2011 Permalink | Reply
    Tags: , , , NOT GIVING UP ON LOVE, , RUSSIA, , , STARLIGHT,   

    SOPHIE ELLIS BEXTOR,in arrivo il nuovo album “MAKE A SCENE” 

    Dopo esser già approdata sugli scaffali della Russia col nuovo cd“Make A Scene”,il quarto della sua carriera,Sophie Ellis Bextor è pronta ad un ritorno totale europeo e,soprattutto,nella sua nativa Inghilterra. In Russia la cantante va molto forte,cosi come in altri paesi dell’est europeo,ed è per questo che il disco ha avuto un’uscita anticipata in quella zona che,più di altre,le ha dato soddisfazioni negli ultimi anni. Inoltre,considerando l’ipervesare di Lady Gaga e Adele,rende la pubblicazione del disco, programmata per il 14 giugno,una data molto più intelligente di quanto non fosse metterlo in una settimana di Maggio.Il disco è pubblicato da Universal e da EBGB,la sua etichetta discografica personale. Intanto,ancora prima di pubblicare il disco,la Bextor ha già dichiarato di essere al lavoro su quello che sara’ il suo 5^disco. Però,instancabile!

    Il suo è un sound sempre dance,sin dal primo disco,e di certo non è la dance il genere che manca adesso,ma lo stile di Sophie è assolutamente inconfondibile e caratteristico,ed anche questo album promette di ammaliare. Il primo singolo ufficiale estratto dal disco risale a maggio 2010,“Bittersweet”(UK #25). Il secondo singolo,l’attuale,è stato pubblicato in quest’ultimo mese e serve da lancio per il nuovo album. Il pezzo in questione è“Starlight” che ha già ricevuto elogi dalla critica e specie dal sito”Popjustice”,che si occupa da anni di tutta la miglior musica pop in circolazione. Nel nuovo album troviamo ben tre singoli di Sophie in coppia con altri artisti,pubblicati tra il 2009 e 2010,inseriti nel disco per renderlo ancora più accattivante e dance-themed. Parlo di “Can’t Fight This Feeling” in coppia con Junior Caldera (NL #1;IRL #1),“Heartbreak (Make  Me A Dancer)” in coppia con i Freemasons (UK #13;RU #2)e la collaborazione della cantante con Armin Van Buuren in“Not Giving Up On Love”,un pezzo direi trance favoloso e super ballabile. (UK #165;RU #3).


    Per chi non la conosce,Sophie è una star della musica dance d’avanguardia con un look d’alta moda ed una voce molto dolce e soave e con un forte accento inglese”stretto”. Una voce decisamente affascinante,come la maggior parte dei pezzi che ha co-scritto e prodotto e cantato. Tra i suoi successi più famosi sicuramente “Groovejet (If This Ain’t Love)”(2001) in coppia col dj Spiller e “Murder On The Dancefloor”(2002). L’ultimo disco “Trip The Light Fantastic” risale al 2007,con buoni risultati in madrepatria.

    Qui sotto la copertina del nuovo album“Make A Scene” e la tracklist ufficiale.

    1-REVOLUTION

    2-BITTERSWEET

    3-OFF & ON

    4-HEARTBREAK (MAKE ME A DANCER)

    5-NOT GIVING UP ON LOVE

    6-CAN’T FIGHT THIS FEELING

    7-SUNLIGHT

    8-UNDER YOUR TOUCH

    9-MAKE A SCENE

    10-MAGIC

    11-DIAL MY NUMBER

    12-HOMEWRECKER

    13-SYNCRONISED

    14-CUT STRAIGHT TO THE HEART

    Il disco,come già detto,è il 4^della sua carriera. Il primo disco“Read My Lips” (UK #2) risale al 2001 ed è stato un gran successo in madrepatria,e ha venduto oltre 2 milioni di copie. Il secondo album“Shoot From The Hip”,del 2003, ha avuto un andamento più debole,arrivando solo al #19 in UK (100,000 copie vendute) e vendendo molto meno globalmente. Il terzo disco “Trip The Light Fantastic”,del 2007,vede una ripresa in termini di vendite,specie nell’est europeo ed in Russia,dove giunge sino al 3^posto. Sophie ha ottenuto 8 singoli in top 10,un number 1 (Groovejet) in UK e due number 1 in Russia (Groovejet e Murder On the Dancefloor). In Italia il pezzo più famoso della cantante è sicuramente “Murder On the Dancefloor” che ha raggiunto,nel 2002,la 5^posizione.


    •VIDEO UFFICIALE DEL PRIMO ESTRATTO“NOT GIVING UP ON LOVE”

    •LIVE PERFORMANCE DI “STARLIGHT,SECONDO ESTRATTO

    Yours,

    Ginger.♥

     
  • gingerpresident 5:14 pm on May 8, 2011 Permalink | Reply
    Tags: 200 KM/H IN THE WRONG LANE, 30 MINUTES, , ALL THE THINGS SHE SAID, DANGEROUS AND MOVING, FRIEND OR FOE, GOMENASAI, HOW SOON IS NOW, LOVES ME NOT, , NOT GONNA GET US, ROLAND JOFFè, RUSSIA, , SNOWFALLS, SPARKS, , WASTE MANAGEMENT, WHITE ROBE,   

    Retrospective: T.A.T.U. (1999-2011) 

    Dopo 12 anni di progetti,20 milioni di dischi venduti ( sei dischi di studio in quanto ne hanno pubblicati tre in inglese e tre in russo,piu compilation e  singoli), il duo russo delle T.A.T.U. annuncia la separazione ufficiale.

    Tutto iniziò da quel settembre del 2002(anche se in russia debuttarono nel 2000) quando le T.A.T.U. presentavano al mondo intero il loro singolo di debutto“All the Things She Said”,un singolo che ha decisamente rivoluzionato il mondo del pop e che ha lasciato un segno indelebile. Non solo per il significato del suo testo e la sua composizione musicale,ma anche per quello che ha generato in seguito.Il pezzo diventa una superhit,#1 in UK (per ben 4 settimane di fila),#1 in Italia e #20 in USA! Attualmente il pezzo ha venduto ben oltre i 2 milioni di copie.

    Per quanto l’omosessualità sia ancora oggi un forte taboo per molte persone,e permettetemi di dire”con orrore” sorpresa,la girl band smosse molti animi e fu d’esempio per tanti gay e lesbiche nel loro coming out. Sta di fatto che,comunque,nella seconda metà degli anni 2000 son stati fatti dei passi avanti considerevoli per quanto riguarda le tematiche GLBT (gay lesbo bisex transgender) e le T.A.T.U. son state una parte di queste innovazioni che hanno portato l’amore omosessuale sotto un’ottica più umana e,si,anche più”commerciale”.

    Il secondo singolo “Not Gonna Get Us”,basato sempre sull’amore saffico e sull’incompresione da parte della società di tali sentimenti,prova di essere un altro ottimo successo,anche se non ai livelli del precedente. Tocca il #11 in Australia,#4 in Italia e il #7 in UK.

    Nel dicembre 2002 viene pubblicato “200 Km/h in the Wrong Lane”l’album inglese di debutto delle T.A.T.U.  Il disco diviene un grande successo,con risultati superlativi per una band russa. Raggiungono il #1 in Russia e Spagna (tra le altre),il #5 in Germania,#31 in UK ,e il #13 in USA (dove vendono oltre 500,000 copie). In italia vendono oltre 80,000 copie e raggiungono la 5^posizione.In Giappone il disco diviene una vera istituzione,specie tra i ragazzi giovani,e il disco vende oltre 1,2 milioni di copie solo laggiù! Le vendite globali del disco sono imprecise,ma superano sicuramente i 5 milioni di copie.

    Il terzo singolo“How Soon Is Now?” (cover di un brano degli Smiths,e già riproposto dai Love Spit Love come sigla del celebre telefilm”Charmed”o “Streghe”) viene pubblicato solo in alcune zone del mondo e,fra gli altri,raggiunge in Svezia #10,in Germania #33 ed in Australia #37.

    L’ultimo estratto dal disco d’esordio è il singolo promozionale “30 Minutes”, accompagnato da un video shock che,personalmente,ritengo sia uno dei video più belli mai realizzati nella storia della pop music,nonchè stupendo brano. Ritengo sia un grande peccato che questo pezzo non sia stato pubblicizzato e commercializzato  a dovere.

    Un’amara verità scoperta successivamente inclina un pò la credibilità e la forza delle T.A.T.U.   Si scopre che la loro immagine di lesbiche era solo un veicolo pubblicitario per lanciarle al massimo della loro potenza,sfruttando il profondo legame di amicizia che intercorreva fra le due cantanti del gruppo,Lena e Yulia. I fan delle  T.A.T.U. ,ad ogni modo,”perdonarono” le loro beniamine,avendo anche intuito che non erano quello che volevano far credere, concludendo che avevano comunque apportato dei benefici al mondo dei gay e alla causa in sè. Ad ogni modo,la band non si era mai dichiarata ufficialmente “lesbica” o bisessuale,quindi anche per questo che tutta la vicenda fu,infine,messa da parte.

    Personalmente fui molto scosso dalla notizia,perchè giudicai “la mossa pubblicitaria” un tristissimo colpo basso al mondo gay.La vicenda faceva trapelare un messaggio sbagliato,ossia che l’omosessualità poteva essere giustificata come un momento di ribellione giovanile,di confusione o,addirittura,di pura trasgressione alle regole contro una socieà sorda e cieca. Per quanto mosse loro e i produttori da una buona fede,non ho affatto apprezzato tutto quello che ne è venuto fuori.

    Tornando alla storia della band,e forte di questo”scandalo” le T.A.T.U.,nell’agosto 2005, presentano il singolo del ritorno,“All About Us”,co-scritta per altro dalle Veronicas. Il brano rimane un ambiguo rimando alle segretezza e alla privacy della loro unione/amicizia,e prova di essere una buona hit. Raggiunge buoni posizionamenti mondiali,in particolare in UK#8,in Italia#4 e in Australia #39.

    Nell’ottobre del 2005 esce l’attesissimo 2^album “Dangerous and Moving” che,in termini di vendite,purtroppo è un lontano ricordo dai fasti del primo album. Vende poco piu di 1 milione di copie e in Giappone il disco supera solamente le 62,000 copie totali,raggiungendo appena la 9^posizione. Ha piu successo in Russia dove giunge al #1 e  vende oltre 300,000 copie. In Messico e negli Stati Uniti arriva rispettivamente al #1 e #131 vendendo oltre 75,000 copie sia nell’uno che nell’altro paese mentre in Francia raggiunge il #23 e supera le 66,000 copie. In Italia il disco è di discreto successo e raggiunge la 15^posizione.

    I successivi singoli “Friend Or Foe” (UK #48, Italia #16)e “Gomenasai” (Germania #30, Austria#47) vendono decisamente sotto le aspettative. Nel 2006 il singolo”Loves Me Not”,già incluso in”Dangerous And Moving”,viene utilizzato come singolo promozionale per l’uscita del loro“The Best”,con i migliori brani tratti dal primo e dal secondo album,3 inediti e vari mix e pezzi live. In Italia il cd arriva solo al #88 mentre raggiunge il #1 in Taiwan. Il disco, riesce comunque a vendere 1 milione di copie,quanto il 2^disco di studio,ed è comunque un buon risultato per una compilation.

    Nel settembre 2007 iniziano a girare indiscrezioni riguardo il loro terzo album. Un mese dopo viene pubblicato il primo singolo in russo,e fino all’anno dopo non si sa più niente. Nel settembre 2008 le due ragazze presentano il brano promozionale”You&I”,tratto dalla colonna sonora di un film che hanno realizzato con protagoniste delle fan sfegatate delle T.A.T.U.,ed il mese seguente esce  l’atteso terzo album in russo.Il disco,che in inglese è stato tradotto con il titolo“Happy Smiles”,si rivela un successo e vende oltre 200,000 copie in madrepatria.

    Per la versione inglese del terzo album,rimandata e rinominata un sacco di volte,bisognerà attendere il 15 dicembre 2009. Prima della pubblicazione di“Waste Management”,questo il titolo definitivo,la girl band pubblica due brani promozionali “Snowfalls” e “White Robe”,ed in seguito all’uscita del disco,nell’aprile 2010, l’ultimissimo singolo(e video)promozionale“Sparks”.

    Una scarsissima promozione,quasi nulla,porta il disco a non essere neanche pubblicato in forma fisica nella maggior parte dei mercati del mondo,eccezion fatta per alcune zone dell’America latina e per la Russia. Il disco raggiunge il #3 in Russia,dimostrando che nel loro paese d’origine il gruppo è veramente molto amato,il #5 in Taiwan,il #8 in Messico.

    Nel Gennaio 2011,dopo quasi 3 anni dalla presentazione al Festival di Cannes,il film “You & I”,con protagonista Mischa Barton e come regista Roland Joffè,e dove recitano anche le due T.A.T.U.,Yulia e Lena,viene presentato pubblicamente a Mosca.

    Dopo aver annunciato le rispettive carriere soliste ed aver però reso chiara l’intenzione di non abbandonare il progetto”T.A.T.U.”,nell‘aprile 2011 arriva diretta la smentita,nel quale la band annuncia il definitivo scioglimento e,per ringraziare i fans,pubblicano “Waste Management:The Remixes” che comprende i migliori  remix ,creati dai fans della band,dei brani del loro 3^ed ultimo album.

    Ed io,come regalo a voi fans o curiosi o semplicemente appassionati di qualche loro canzone o almeno del disco d’esordio,vi propongo un “viaggio nella memoria” pubblicando tutti i loro video musicali (in inglese) e ,di seguito,le copertine dei loro dischi di studio internazionali. Goodbye T.A.T.U.,you’ll be missed!

    ALL THE THINGS SHE SAID


    NOT GONNA GET US


    HOW SOON IS NOW?


    30 MINUTES


    ALL ABOUT US


    FRIEND OR FOE


    GOMENASAI


    LOVES ME NOT


    SNOWFALLS


    WHITE ROBE


    SPARKS

    200 KM/H IN THE WRONG LANE (2002)


    DANGEROUS AND MOVING (2005)


    THE BEST (2006)


    WASTE MANAGEMENT (2009)


    WASTE MANAGEMENT: THE REMIXES (2011)



    Yours,

    Ginger.♥

     
    • sakka 8:06 pm on May 27, 2011 Permalink | Reply

      Ciao, ho sempre adorato le t.a.t.u pur non seguendole più di tanto, ma perchè mi ricordano una persona che non c’è più. In particolare questa persona (bielorussa) mi aveva fatto conoscere le t.a.t.u prima del debutto sul grande mercato. Ti linko una canzone che forse conoscerai già anche se non la vedo citata nell’articolo. 🙂 http://www.youtube.com/watch?v=gfwxtY5IhQc le preferisco quando cantano in lingua originale. Il russo è una lingua spettacolare

c
Compose new post
j
Next post/Next comment
k
Previous post/Previous comment
r
Reply
e
Edit
o
Show/Hide comments
t
Go to top
l
Go to login
h
Show/Hide help
shift + esc
Cancel
%d bloggers like this: